Gli Art. 65, 66, 67, 68 e 69 della Costituzione.

Bo. 14. 9. 14
Gli Art. 65, 66, 67, 68 e 69 della Costituzione.
I caratteri di prolissità, contraddizione, ambiguità ed iniquità li potete osservare con una lettura riflessiva ed attenta alla pratica pregiudiziale dell'impunità, sempre e comunque dei parlamentari unita alla loro incoerenza.
Gli articoli per esteso sono questi:

Art. 65.
La legge determina i casi di ineleggibilità e incompatibilità con l'ufficio di deputato o di senatore.
Nessuno può appartenere contemporaneamente alle due Camere.
Art. 66.
Ciascuna Camera giudica dei titoli di ammissione dei suoi componenti e delle cause sopraggiunte di ineleggibilità e di incompatibilità.
Art. 67.
Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.
Art. 68. [12]
I membri del Parlamento non possono essere chiamati a rispondere delle opinioni espresse e dei voti dati nell'esercizio delle loro funzioni.
Senza autorizzazione della Camera alla quale appartiene, nessun membro del Parlamento può essere sottoposto a perquisizione personale o domiciliare, né può essere arrestato o altrimenti privato della libertà personale, o mantenuto in detenzione, salvo che in esecuzione di una sentenza irrevocabile di condanna, ovvero se sia colto nell'atto di commettere un delitto per il quale è previsto l'arresto obbligatorio in flagranza.
Analoga autorizzazione è richiesta per sottoporre i membri del Parlamento ad intercettazione, in qualsiasi forma, di conversazioni o comunicazioni e a sequestro di corrispondenza.
Art. 69.
I membri del Parlamento ricevono un'indennità stabilita dalla legge.

L'Art. 65 dovrebbe essere di principio e coerenza; dove ineleggibili sono coloro che hanno processi in corso, le doppie cariche come i doppi e tripli stipendi, non sono compatibili con qualsiasi carica pubblica nello Stato ed enti di Stato.
L'Art. 66 è la contraddizione del 65.
L'art. 67 ogni eletto è vincolato alla coerenza degli obiettivi del suo mandato, nella sua funzione.
 Diversamente l'art. proposto è evasivo della responsabilità politica e pubblica, la cui funzione deve essere coerente, altrimenti deve dimettersi.
L'Art. 68, l'immunità dei parlamentari è oscena e pregiudiziale,inficia ed è contraddittoria rispetto al ruolo e funzione della legittimità dei doveri e diritti degli eletti verso tutti gli abitanti del Paese.
Così facendo si delimita l'autonomia della magistratura ed in primo luogo della Legge sopra tutti ed eguale per tutti.
L'articolo 68 è una infamia per la Democrazia, ma non per i gerarchi e la gerarchia.
L'Art. 69, se l'indennità non è prevista per trasferte all'estero, l'indennità è un falso in atto pubblico, o una attribuzione indebita ad un politico, eletto su mandato.
Pertanto questi articoli rappresentano sempre il filo conduttore del clericalismo religioso fondato sul principio di contraddizione, così formulato: ogni Legge può essere contraddetta, in quanto è il libero arbitrio degli uomini a fare le leggi, pertanto la visione personalistica e riduttiva inficiano la razionalità collettiva della società che non è fatta a misura di un solo uomo o donna.
Come si dimostra, la contraddizione come base giuridica implica la corruzione, come derivata logica e consequenziale della incoerenza legislativa della Costituzione.
La Costituzione Italiana deve essere Democratizzata, sulla base dei principi di Coerenza e Libertà.
Ora e sempre.--X --Legio --Italiana--d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.