I disastri Italiani e l'Europa.

Bo.  10.10. 14
I disastri Italiani e l'Europa.

L'Italia è da lungo tempo considerata una nazione o un paese di scarsa affidabilità politica, sia per le contrapposizioni idealistiche-ideologiche, che hanno bloccato e ritardato, lo sviluppo del paese, dando modo a persone come Berlusconi, di accaparrarsi  illecitamente di un mercato dell'informazione televisiva, pilotata dai moderati e socialisti di allora.
Come gli Agnelli si sono appropriati a basso costo, scaricato sugli italiani; del mercato dell'auto, monopolizzato  con l'aiuto di Prodi, allora DC.
I mercati monopolistici sono vietati in Europa e sapete perché?
Perchè la causa del sostegno economico al nazismo furono proprio quelle aziende monopolistiche della Germania, che scambiarono il nazismo per una  formazione democratica al servizio dei loro interessi, ottusi e limitati.
Il Principio del Libero mercato prevede che siano presenti nello stesso settore almeno tre imprese, e se non ci sono lo Stato si fa carico e responsabilità di promuovere lo sviluppo sociale.
In Italia funziona all'opposto, e lo Stato incentiva la concentrazione della ricchezza in mano a poche persone, riducendo automaticamente le capacità di sviluppo del paese, anche con il numero chiuso nelle università, i prescelti ad entrare sono soggetti a 2 criteri, merito e fedeltà, a piacere dei dirigenti,e si vedono i risultati.
Il Governo Renzi ne dice di tutti i colori, ma prega per uno solo, la stabilità del bianco/rosso, DC; che dirige da 70 anni, nella nuova crociata contro l'ex comunismo,  vinto ed ammaestrato, perchè subalterno anche prima.
Prega con il Papa per il patrono d'Italia, S. Francesco, inno alla povertà, sia dei costumi che delle idee, alla faccia dello sviluppo economico e sociale.
L'Italia soccombe sotto i disastri naturali, che vanno intensificandosi, con una protezione Civile che funziona in ritardo, in attesa dell'inevitabile, come coloro che credono nel destino, e  nella religione Cristiana, non Italiana.
In effetti la religione cristiana è diventata, con una molteplicità di rituali, di donazioni per i poveri , di celebrazioni delle gerarchie Vescovili, dei sinodi per occuparsi di tutto il mondo, ed altre manifestazioni di fede, una complicata e forzosa esternazione della ricchezza della fede "temporale" più che spirituale.
Come i rituali degli Dei nell'antica Roma, dove ai vecchi si mescolavano i nuovi importati, diventando una gigantesca manifestazione continua, di celebrazioni, inutili e dannose.
Ciò che nessuna religione ha mai smosso nel popolo italiano è la celebrazione dei solstizi, d'inverno il 25 di Dicembre e d'estate il 15 agosto, con riti naturali per ringraziare la natura, con canti, balli e giochi popolari e aristocratici.
L'Italia è il paese, unico nel mondo industrializzato, che ha espulso le centrali nucleari, e dovrebbe anche per le bombe atomiche, perchè esiste una alternativa, che governi e scienziati, dogmatici, rifiutano di riesaminare, per pigrizia e per volontà politica di servilismo.
Ora però diventa necessaria perchè altrimenti non esiste futuro, in modo principale quello economico e sociale, quindi Renzi è diventato una specie di "pagliaccio" nelle mani di Berlusconi, e trasformando definitivamente il PD, in un partito della concorrenza personale e nulla di più, senza progetto politico, ma servile della Chiesa di Stato con la sua morale contraddittoria rispetto alle leggi del "Padre", usate anche nella Costituzione Italiana.
Ora e sempre--X- Legio --Italiana-d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.