Berlusconi e l'opposizione Democratica.

Bo. 14.5.13



Berlusconi e l'opposizione Democratica.

Berlusconi è colpevole,mente di fronte alle prove si contraddice e dice l'opposto,tutto ciò perchè in Italia non esiste la Democrazia come Sistema sociale e di Stato,perchè in Italia non esiste una opposizione Democratica.
Berlusconi ha ragione quando dice che ci sono ancora ex comunisti come D'Alema,Bersani ed altri,perchè in effetti costoro non hanno ancora compreso i principi della Democrazia,in particolare il principio che è simultaneamente valido della LIBERTA',inteso come legge uguale per tutti e come principio uguale per tutti.pertanto al di sopra di tutti.
Terzo elemento è il lavoro da Deputato ,il lavoro per tutti i cittadini ,per la società italiana.
Il lavoro razionale è la regola uguale per tutti,preciso,corretto e chiaro,visibile a tutti.
Chi non possiede i requisiti è fuori.
Berlusconi è fuori dalla vita politica Italiana e da quella Europea in particolare perchè non ha rispettato e non rispetta le regole e leggi più generali della società Democratica Europea.
In Italia ,Berlusconi ha manipolato e deformato l'opposizione come fatto personale e non politico,ha evaso le responsabilità politiche ma non quelle personali ed ha mantenuto un carrozzone politico indegno del ruolo,solo per il fine di controllare la popolazione,senza proporre alcuno sviluppo ecosostenibile e per la pulizia del paese.
Berlusconi,ricco ,potente,ed incoerente,solo l'immagine virtuale teleisiva lo fa apparire come un personaggio illuminato ,quando sa fare solo trucchi di prestigio come con il tecnico Monti nella veste di Burattino dello spread,manovrato da Berlusconi con le sue aderenze bancarie.
Quale deficienza abbia non ha importanza siccome la parte riottosa e finta democratica persiste in un attegiamento subalterno e servile come quello del PD.
Grillo sbraita senza cogliere le esigenze politiche; si offre anche lui servilmente per fare le elemosine ai cittadini,risparmiando sui privilegi,dei quali non mette in discussione il criterio di base:l'antidemocraticità.
L'opposizione non esiste perchè non esiste un movimento di principi Democratici in Italia.
Berlusconi ha disfatto quello che si stava disfacendo.
Ricco e potente poteva fare del suo paese una potenza Democratica,ma la paura ed il difetto di servilismo hanno fatto di lui il maggior responsabile di una situazione corrotta nel principio Repubblicano,che diventa tale quando manca il principio Democratico a fermare l'ingordigia e l'avidità dei potenti,con gravi deformazioni psicologiche come quelle che ha assunto Berlusconi,restare al potere un minuto di più degli ex comunisti,per principio e per ragione.
Il paese peggiora nella situazione economica e politica per il suo persistere viziato dal conflitto passato che lo lega come ad una catena fallimentare per il Paese Italia.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.