Renzi e Grillo: l'incapacità clericale ed anti, diventa governo.

Bo. 27. 2. 15

Renzi e Grillo: l'incapacità clericale ed anti, diventa governo.

Non si è capito fino ad ora che l'antipolitica di Grillo era rivolta solo al clericalismo, al quale chiedeva,in modo legittimo di espellere gli ex comunisti longevi nell'occupare poltrone ed accaparrarsi in modo illegittimo dei finanziamenti esorbitanti; perchè si erano adeguati agli ex democristiani corrotti.
La volontà esplicita di estromettere gli unici " laici" anticlericali  è ora chiara e legittima come l'estromissione dei corrotti, ma Grillo non pare abbia orecchio per la corruzione se non quando riguarda la sinistra, la più facile a corrompersi come la destra, identiche nel loro servilismo incompetente.
Il fatto è che il M5S è di destra, quindi servile ed incompetente, ma capace di urlare le denunce senza però avanzare le proposte di Leggi Costituzionali coerenti.
Oggi la lezione è chiara, non si governa un paese senza una Costituzione fondata sul lavoro razionale, limitato e coerente, il cui principio è la libertà di costruire una azione innovativa rispetto alla precedente.
Qualsiasi definizione di principi Costituzionali e della Magistratura è legata indissolubilmente, alla duplice essenza del lavoro e della Libertà, come dell'eguaglianza delle leggi e proporzionalità diretta.
Posta la condizione che esistono simultaneamente doppi: doveri e diritti, opposti ed identici, eguali per tutti nella definizione dello Stato civile sociale Democratico e Repubblicano.
La differenza rispetto al passato è il principio Democratico del lavoro-libertà, congiunti ed indissociabili.
Oggi la corruzione in Italia è diventata istituzionale con i Decreti d'urgenza, chiamati in modo falso di Decreti di Legge, ed essi riassumono l'incapacità dei demagoghi, con la falsità delle loro affermazioni di prospettiva, smentite dai fatti delle statistiche Europee.
I giornalisti italiani sono diventati dei burattini delle informazioni deformate, degli ideologi dell'informazione come Santoro e Travaglio, che fanno anti-informazione dell'ideologia, rimanendo prigionieri coscienti dei loro difetti, come Grillo consapevole che
 L'IDEOLOGIA =  MODELLO DI FALSITA', in diverse versioni, è la matrice della corruzione sistematica di ogni forma di Democrazia, come la proposta dell'Italicum anticostituzionale, che il clericalismo italiano, sotto diverse maschere persegue con la corruzione delle parole, chiamandolo riforma istituzionale.
Le ideologie portano alla stupidità, garantito come è vero che sono state la causa storica della seconda guerra mondiale, inconfutabile.
Quindi qualsiasi ideologia è pregiudiziale verso la democrazia, ed essendo fondata sul pregiudizio è stupida, quindi incoerente e corrotta.
La cultura italiana è chiamata a confrontarsi con questi nodi, che in Italia rimangono persistenti a causa del clericalismo dogmatico e pregiudiziale, quindi incompetente della Democrazia come sistema fondato sul lavoro / libertà, di governo ed autogoverno del paese Italia.
Ora e sempre--Xma--Legio --Italiana--Democratica d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.