Le cicale politiche italiane: anti-democrazia = senza Leggi razionali.

Bo. 24. 1. 15

Le cicale politiche italiane: anti-democrazia = senza Leggi razionali.

Il termine non sembra appropriato, ma dopo Renzi è coerente in quanto ha rottamato tutti e nessuno.
Ciò riporta ad una conseguenza inevitabile, Renzi  cicaleggia: ma la cicala nell'antichità ha due valori distinti:
1) Per gli antichi Greci, le cicale erano figlie della Terra o, secondo alcuni, di Titone e di Aurora. Specialmente gli ateniesi le onoravano: Aristofane rammenta le cicale d'oro, ornamento per i capelli degli Ateniesi nobili all'epoca arcaica e nella celebrazione dei Misteri eleusini in onore di Demetra, era uso portare nei capelli una fibula a forma di cicala, così come durante la celebrazione dei misteri di Era a Samos
Platone, nel dialogo Fedro, espone il mito delle cicale, secondo cui esse sarebbero nate, per mano divina, dalla metamorfosi di antichi artisti, specie nel campo musicale e dell'eloquenza, che avevano smesso di mangiare e accoppiarsi per amore della propria disciplina.
 Secondo Orapollo la cicala simboleggiava l'iniziazione ai misteri, poiché essa, anziché cantare con la bocca come tutti, emette suoni dalla coda.
 La cicala era anche simbolo di purezza: seguendo un'errata credenza ripresa da Plinio il Vecchio si riteneva che le cicale si nutrissero di sola rugiada e ciò faceva sì che il loro corpo non contenesse sangue e non dovessero espellere escrementi, e di qui l'idea della purezza. Il fatto poi che la cicala viva una sola estate ma le sue larve rinascano in quella successiva direttamente dalla terra ne ha fatto l'emblema di una resurrezione a nuova vita dopo la morte persino presso i cinesi.
2) Ma la cicala ha anche una fama negativa, quella di vivere alla giornata cantando senza preoccuparsi del domani, assurgendo così a simbolo dell'imprevidenza. Esopo, nella sua notissima favola La cicala e la formica, narra che la cicala si fosse dilettata tutta l'estate a cantare senza preoccuparsi di provvedere ad immagazzinare cibo per l'inverno. Giunta la cattiva stagione, essa si rivolse alla previdente formica chiedendole aiuto: questa le chiese, di rimando, cosa avesse fatto tutta l'estate non avendo provveduto al cibo, al che la cicala rispose di aver sempre cantato; la formica, allora, replicò: «Allora adesso balla!».
La seconda parte è coerente con le organizzazioni politiche italiane fondate  sulle vecchie forze ideologiche, falsamente democratiche, ma divinizzate nei fini come l'ideale cristiano o comunista.
Il fatto politico indiscutibile dopo le elezioni precedenti è che nessuna delle tre coalizioni è in gradi di governare per incoerenza, gli elettori hanno dovuto scegliere tra il peggio, e si sono divisi equamente la fatica 33 % per 3.
A dimostrazione che la popolazione italiana come soggetto politico è animata dallo spirito di sopravvivenza che si fonda sul saper fare, non il fare a casaccio o per finta, o fare il falso, la truffa e la corruzione, ma saper fare con razionalità coerente un lavoro politico.
La proposta di cambiare le Istituzioni politiche ed elettorali, non è una Riforma, nei Principi democratica, è una finta riforma, perchè il cambiamento radicale con l'annullamento del Senato nella sua funzione legislativa autonoma ed eletta direttamente dagli abitanti, non esiste più dopo 2700 anni di storia della Repubblica.
Questo cambiamento si chiama " colpo di Stato" in quanto cambia radicalmente lo Stato delle relazioni tra Istituzioni sociali e gli abitanti italiani in modo antidemocratico, visto il precedente storico del fascismo, complici gli ex comunisti, ex socialisti ex democristiani, ed ex liberisti, tutti gli ex, con la corruzione contro la Democrazia.
Come picchiare con il martello sopra i propri piedi, quelli degli italiani, ma le cicale , che amoreggiano tra loro come unico motivo di vita la riproduzione, hanno perso il senso dell'identità italiana, perché moderate anche nei suoni di richiamo, come coloro che accettano senza leggere nella lingua italiana una Costituzione dogmatica che rifiuta il lavoro come metodo di direzione, sia esso lavoro direttivo od operativo, il lavoro razionale è sempre lavoro contemporaneo e le cicale politiche, Grillo compreso detto il "cicalone" perchè urla forte, che non dice nulla di razionale sulla riforma, e usa la pratica dell'ostruzionismo inconcludente da 70 anni ad oggi.
Il Parlamento è oggi composto al 90 % da cicale e cicaloni , intenti solo a riprodursi, senza investire nel paese,essendo cicale non sanno che senza pulire e coltivare, non si sopravvive, neppure loro, inaridite dal cicaleggio politico, falso nel suo fine come la loro  e sola  auto-riproduzione senza sviluppo.
Ora e sempre.--Xma --Legio--Italiana --Democratica   d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.