Renzi e le sue false idee auto-referenti.

Bo. 28. 11. 14
Renzi e le sue false idee auto-referenti.

Il gioco di Renzi esiste se qualcuno gli regge la candela, Bersani ad esempio lo segue rottamato e sgamato.
La logica degli obiettivi di Renzi è fondata sul principio, che essa esiste se qualcuno lo conferma, non se la critica.
La rottamazione di politici sempre sulla sedia da oltre 20 anni e mai saturi di intascare soldi impropriamente, con mandati superati per inerzia.
Si presenta come rottamatore di dirigenti ex PCI, allergici alla Democrazia ed incompetenti, incapaci di accettare una sconfitta quando si può guadagnare perdendo ai punti, con la politica truccata nei risultati, per il piacere del più forte.
Ex PCI ossequiosi del nome PD, ma in realtà una pura mascherata carnevalesca per tutto l'anno.
Non vi sono risultati coerenti, tranne quella della raccolta dei fondi, pubblici e personali privati.
Gli enti inutili sono surclassati da enti gonfiati a dismisura e società fittizie private create per finanziare politici, con gli appalti.
Un marasma di tasse, e l'unica soluzione che sembra possibile è, semplificare stravolgendo le sigle, quindi non sintetizzare le tasse accorpandole e riducendone la percentuale annuale.
I politici della seconda "Repubblica Berlusconiana", figura predominante non politica, ma personalistica, sono preparati ad attingere alle ultime ricchezze del paese, con l'arrivo di Renzi ed amici suoi, non amici nostri, degli abitanti.
Le Leggi Costituzionali; molti di costoro non sanno neppure cosa siano nella loro definizione Democratica di paesi come Francia ed Inghilterra,mentre la Germania è più arretrata e vincolata all'efficienza burocratica della gerarchia e della ricchezza.
Renzi si presenta come l'arbitro delle contese irrisolte dalle elezioni politiche interne precedenti, il cui risultato, suddivise al 33% tra tre forze politiche, ognuna delle quali non ha dimostrato la capacità di governo nei programmi, ed ora la loro incoerenza vincolata alla truffa dei rimborsi = per tutti.
Questo è il risultato della politica dei moderati clericali, che rifiutano il dialogo o confronto con coloro che non sono ideologi o dogmatici, ovvero simili a loro, sulla base del fatto che gli abitanti devono essere diretti senza conoscere gli obiettivi.
Quindi la legge del più forte sopra tutti, ovvero la Legge della Chiesa Vaticana, che sta distruggendo il nostro paese e la coesione sociale, come regole comuni e pratiche di socialità.
Abbiamo imboccato una direzione politica opposta alla democrazia, opposta al coinvolgimento delle energie migliori del Paese, una politica altezzosa e saccente quanto ignorante, dello spirito Costituzionale delle Democrazie Europee, delle quali Junker non è il portabandiera, anzi un disonore per l'Europa.
L'Unità Europea esiste di fatto, ma non formalmente, per alcuni interessi miopi e controproducenti, di qualche industria ed affini, come le diseguaglianza che possono essere calmierate, se e solo se si avvia un processo democratico di sintesi, non semplicistico quindi, ma chiaro e consapevole.
Ora e sempre-X--Legio --Italiana--Democratica -d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.