Legge = per tutti = superiore a tutti.

Bo. 1.7.14
Legge = per tutti = superiore a tutti.

Le leggi della natura non sono fatte di eccezioni, ma di limiti opposti ed inversi.
Le leggi dello Stato, se sono uguali per tutti, definite dalla Costituzione Democratica, non Repubblicana, sono i Principi dei Limiti dentro i quali vivono tutti .
Le Leggi della natura sembrano e sono inflessibili, le applichiamo tutti i  giorni inconsapevolmente, senza difficoltà, come la circolazione delle macchine basata sulla regola doppia destra-sinistra.
Chi non vuole applicare le leggi uguali per tutti sono: le ideologie, socialista, cattolica, liberista ed altre, insieme ad esse coloro che, con il beneplacito delle ideologie si sono costruiti dei monopoli economici, la Fiat, Mediaset, Eni ed altri, ricevendo cospicue somme di incentivo, con  i soldi dei contribuenti.
La religiosità dei politici si antepone dispoticamente alle Leggi razionali della Natura e della Democrazia, la cui finalità è un equilibrio tra gli stati sociali fondati sul massimo-minimo di reddito, che diventa fallimentare e controproducente se esiste oltre una povertà endemica il rifiuto a disconoscere il diritto di essere abitanti e contribuenti.
La denuncia politica e giuridica dovrebbe essere depositata presso il tribunale Europeo, per dimostrare le incoerenze delle Riforme restauratrici di Renzi e Grillo che scende a compromessi effimeri e falsi.
Le Riforme Costituzionali se si fanno, si devono fare di fronte a tutti; sulla base di Principi universali dei Doveri-Diritti Democratici di tutti gli abitanti, cittadini e contadini, uomini e donne.
I Principi devono essere esposti ed enunciati in forma elementare e chiara per tutti .
Chi non persegue questa strada è eversore della Democrazia e vuole ripristinare un funzionamento della Repubblica senza definire i Limiti oggettivi eguali per tutti, per mezzo della Leggi Democratiche = per tutti.
La Repubblica ha in sè Principi  di valore assoluto, come la funzione del Capo e o Leader, che devono essere Limitati e Annullati a fronte di falsità ed irrazionalità, del leader e del suo gruppo di pressione o potere.
Il Principio della libera scelta dei Candidati, sia per la Camera che per il Senato è la condizione, in numero proporzionale logicamente coerente con la natura delle proporzioni della materia, con la quale siamo fatti.
Il Principio di Governo si fonda sulla Simultaneità dell'azione corretta e delle prove necessarie a legittimarla, senza le quali non esiste obiettivo coerente e possibile.
Qualora non sussista una delle 2, condizioni e caratteristiche, la scelta deve essere fatta pubblicamente dal Parlamento, con voto palese sempre.
I Principi etici e le condizioni possono essere espresse per mezzo del voto segreto, ma non sono una scelta politica se incoerenti.
Le Leggi della natura sono sempre e solo coerenti per proporzionalità, tali devono essere le Leggi fondamentali del Governo della Società o autogoverno sulla base del lavoro, libero e razionale, fatto nei Limiti delle Leggi di natura, sia assolute che relative.
Ora e sempre--X _ Legio Democratica.  Italica d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.