Amministrative 2013.

Bo. 28.5.13

Amministrative 2013.

La sconfitta politica di Grillo e del movimento 5S : pare che interessi molto poco chi è in parlamento,il problema è semmai del capo,Grillo che dirige la baracca privata.
Il movimento 5S non è la Giovine Italia di Garibaldi e Mazzini di nobili ideali e pochi interessi personali.
Il Movimento ha un capo che si propone come obiettivo principale,data la ripetittività degli argomenti di fare l'elemosina a ceti sociali disagiati con il microcredito riducendo volontariamente e non per legge in modo principale le spese della politica.
Grillo si è rifiutato di trattare con Bersani,cosa giusta di per sè,per quello che ha rappresentato e rappresenta,ma non può esimersi dal proporre le leggi giuste che con rabbia rivendica.
Come lui c'è stato Bossi e Di Pietro,passata l'euforia la gente si domanda se:oltre a denunciare le malefatte ed il malaffare dei politici con leggi truffa-PD-PdL,Grillo è disposta a fare leggi giuste o corrette per chiarezza e il modo corretto.
Il fatto che l'assenteismo sia cresciuto del 20 % circa fa riflettere,Grillo non ha perso voti perchè andati ad altri:li ha persi perchè la popolazione italiana,donne ed uomini non hanno fiducia nelle sue urla,non hanno fiducia che urlando sempre e solo urlando si possano affrontare i problemi,che Grillo evita come fa il movimento 5S.
Il comportamento di Grillo é = a quello di Berlusconi,gli italiani sono in difetto....
Più furbi il PD che difende l'ignoranza,tacendo o facendo finta di nulla,come D'Alema e Renzi.
I problemi della legge elettorale sono gravi ed urgenti che Grillo definisca il suo obiettivo,se non lo fa è un infingardo,un comico ciarlatano.
Il comico ha sempre avuto per diritto di mestiere di dire quelle verità o disvelare quelle realtà spiacevoli,sbagliate,del malaffare e della truffa dei potenti,non per una questione personale,ma perchè il ruolo lo permetteva,se ora nega pure il suo ruolo allora si trasforma in un comico ciarlatano,perchè una proposta semplice esiste sempre dentro la critica e la denuncia.
La sua impresa Politca personale ,a questo punto;altro non è che la copia di quello che ha fatto Di Pietro,con una differenza Grillo non può entrare in Parlamento perchè ha carichi pendenti a quanto risulta ancora irrisolti.
Se così fosse,Grillo come il suo socio Casalegno di dubbia professionalità altro non sono che l'ultima trovata di una lobby monopolistica che vuole controllare l'Italia e gli italiani/e nel versante economico,e lo vediamo,per poi lamentarsi delle intercettazioni  telefoniche,quando orchestrano il controllo economico.
La popolazione italiana,si dilegua di fronte alle responsabilità,non perchè non sia capace ma perchè non esiste opposizione ad un monopolismo oligarchico che deprime, lo sviluppo del paese che si fonda sulla libertà di realizzare le proprie idee senza intralci e boicottaggi,ma con il sostegno dello Stato Democratico.
Grillo diventa cialtrone se offende la popolazione italiana,la quale ha scelto di astenersi dal dargli la fiducia come se fosse un oracolo,quindi la facile commedia non si tiene nelle piazze italiane,ma nel suo giardino,ed il suo giardino non è pubblico, è suo come il movimento 5S per il marchio commerciale.
In Politica non esiste una organizzazione che sia no profit,o etica,in Italia,che ponga al di sopra gli interessi della comunità italiana,ma non ci sono neppure i principi corretti e proporzionali, nella Costituzione Italiana,che ha impostazione ideologica ed assolutistica,priva di riferimento alla libertà come fatto associato al lavoro,cioè alla concretezza di una azione razionale ,limitata ma oggettiva.
Forse è il caso di rifondare la Giovane Italia come società ,no profit, ed i meriti saranno premiati dalla società intera ,non da lobby e monopolismi,come società che affonda le radici nella storia del Paese che le ideologie tarasformano o annullano in nome dei propri interessi ristretti e controproducenti per la maggior parte per il paese Italia.
Le ideologie,tutte,sono come una droga che annebbia il passato nella sua obiettività e nella sua storia per utilizzare quello che più gli fa comodo o interessa:questa è l'ideologia :un drogaggio mentale come lo sono le centrali nucleari con la materia.
L'Igene mentale è la memoria culturale e storica dei classici e delle opere più chiare e semplici nelle descrizioni della realtà,con ironia o per metafora,l'Italia è ricca di tradizione da questo punto di vista,come lo sono i Paesi amici Europei fondatori dell'Europa Unita:che sia allora la Giovane Italia Europea,l'organizzazione politica no profit che risolleva con altri le sorti del Paese che si avvicina all'orlo del baratro,si può ancora voltare direzione.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.