I SIMULACRI DELLA SCIENZA. buon 2018

Bo. 1. 1. 2018
                                                  Magritte : banalità.


I SIMULACRI DELLA SCIENZA.

I simulacri possono essere naturali ed artificiali, come le tecniche non complete o parziali. come lo sono i modelli particolari, per presunzione generalizzati.
Al naturale come può essere la pelle del serpente con la quale non è possibile descrivere il serpente stesso.
I simulacri della scienza possono essere di tre tipologie:
1) La riduzione del sistema scientifico ideato da Galilei, con tre componenti di un solo insieme metodico; logica- matematica -esperimento, della realtà naturale, ovvero che descrive la natura in modo oggettivo indipendente dal soggetto osservatore e dalla sua posizione.
2) Trasformare ogni teoria scientifica coerente in un modello esemplare "unico" senza una base oggettiva fondata sulle unità di misura, indipendenti da soggetti, e comparabili tra loro  per mezzo delle unità di misura.
Oggi la carica elettrica, per ora unica,senza la carica gravitazionale, quella magnetica, e quella interattiva.
3) Tutti i modelli tecnici  degli esperimenti divenuti scienza stessa, come ad esempio il telescopio per citare il primo e maggiore nella scoperta dell'universo per 400 anni.
E, tutti gli strumenti tecnici delle misure pratiche divenuti scienza stessa come il computer, per idealizzazione.
Il simulacro è un'apparenza che non rinvia ad alcuna realtà sotto-giacente, e pretende di valere per quella stessa realtà. ( da Wikipedia).come tutte le ideologie nei confronti del sistema democratico o antica democrazia, così come il modello Standard attuale, nella scienza Fisica, poco naturale, da spacca pietre come lo è la fissione nucleare.
Il simulacro è  un surrogato, cioè un sostituto di un altro determinato bene la scienza, non per necessità, ma per arroganza di pregiudizio ed ignoranza; la scienza e la democrazia, sono una scienza sola per la natura e per la specie umana.
Nella scienza i Modelli della Relatività R. e G. e della Meccanica quantistica sono dei surrogati della scienza stessa, cioè privata della sua essenza, l'insieme elementare composto di base, come principio della natura, in ogni pianeta,ovviamente con proporzioni dei composti diverse per pianeti.
Il metodo scientifico si riconduce ad un principio interrogativo, saper  porre la domanda corretta alla natura, per sviluppare con logica dialettica ( deduttiva-induttiva,insieme) , l'equivalente definizione matematica, e la dimostrazione che ha come fine l'esperimento utile alla società per il suo sviluppo; cioè lo sviluppo della specie umana, uomo e donna eguali nel rapporto con la natura.
Che dire dei surrogati e simulacri, osservate e descrivete la realtà naturale secondo logica e troverete la domanda da porre...oggi  ---per i simulatori della scienza...






Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.