SISTEMA ELETTORALE, PRINCIPI E LEGGI.

Bo.1. 5. 17
                                        SPECIE UMANA  =  SPECIE NEUTRALE

SISTEMA ELETTORALE, PRINCIPI E LEGGI.

Ogni sistema elettorale democratico si fonda sulla rappresentatività diretta, in egual misura tra uomini e donne, come Principio assoluto, mentre la proporzionalità rimane un fatto relativo comparato ad altri.

1) La rappresentatività e proporzionalità diretta è il criterio base della Democrazia.
2) Il vincolo di coerenza della delega ha valore assoluto, ogni delegato non può cambiare partito o idea,se non con le dimissioni obbligatorie.
3) Vincolo di onestà integerrima nella sua professionalità e vita.
4) Vincolo di tempo di mandato, al massimo due periodi di carica per ogni funzione.
5) Impossibilità di accumulare le cariche, semmai condividere.

La degenerazione italiana è il moltiplicarsi dei partiti o organizzazioni politiche senza obiettivi di carattere nazionale, industria, agricoltura, scuola ed altri settori principali, che devono essere escluse per incoerenza.
Le organiz. politiche  che hanno carattere dogmatico, ovvero monotematico auto-referente,le ideologie, religiose  e politiche, incentrate verso sé stesse non verso Leggi e Principi di una Costituzione Democratica, che in Italia non esiste, ma negli altri Paesi Europei c'è da  tempo.
Le organizzazioni religiose non hanno diritto di costituirsi come organizzazioni politiche, in quanto monotematiche ed idealiste.
Il papa Bergoglio risulterebbe un fuorilegge in America, o U.S.A., dove nessuna religione ha diritto di organizzazione e proposta politica, in quanto eversive rispetto alla Democrazia stessa per il loro pregiudizio di idee, il cui valore è solo culturale e strettamente culturale,  nulla di più, quindi confinato nei luoghi di culto, come deve essere. 
La Democrazia è fondata sulla dialettica delle classi sociali, non sul pregiudizio di superiorità di una sola classe o gruppo sociale; per denaro o per quantità di numero.
Il mandato, o delega è inviolabile, per valore assoluto nel rapporto diretto con gli abitanti che affidano un lavoro ad una persona o gruppo.
La proporzionalità può avere valore assoluto e relativo con i numeri di base di 1 a 1837, le masse del protone ed elettrone, per abitante, che viene aumentato per il numero della popolazione; esempio sul numero di 60 milioni il rapporto sarà di 1 a 183.700  =  326 rappresentanti alla Camera e la metà al Senato.
Queste regole sono le basi della Democrazia, in assenza delle quali siamo in presenza di forme gerarchiche di rappresentanza, senza coerenza e, se ad esse si aggiungono le contraddizioni del sistema politico, con doppi ruoli e funzioni, il tutto è falsificato per affidare il governo incoerente ad una maggioranza sterile che amministra con decreti d'urgenza.
I 1000 deputati hanno solo funzione di gerarchia per i propri interessi personali, quindi manipolabili o plagiati,nel peggiore dei casi, da gruppi di pressione
Con 70 governi in 70 anni, ed i meccanismi instaurati dal fascismo, INPS, asfittici per la rivoluzione industriale, quindi che sono una barriera allo sviluppo del paese come ad esempio una politica edile antisismica, necessaria dal dopoguerra, ad oggi senza una Legge Quadro, ma solo interventi d'urgenza per non sembrare deficienti agli occhi dell'Europa; questo è il governo dei cristiani da 70 anni, per non parlare dei rapporti sociali, tra due dogmi...cristiano- comunista., che con il compromessi storico si sono unificati in diverse forme politiche illegittime, dato il falso sistema democratico, come PD, FI e M5S, una farsa politica del clericalismo imperante che annienta la laicità e la ragione della dialettica naturale.
La Democrazia è il sistema di sviluppo della società, senza la quale vi è una stasi negativa o incoerenza tra le ragioni e l'azione coerente necessaria allo sviluppo delle persone, donne ed uomini.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.