EUROPA E LE CIVILTA' DEL PIANETA.

Bo. 31. 5. 2017





EUROPA E LE CIVILTA' DEL PIANETA.

Senza falsa modestia, ma solo sulla base dei processi storici, si può dire che la cultura scientifica e tecnica dell'Europa abbia conquistato il Pianeta, compresi gli U:S:A, la cui potenza attuale deriva dal sapere dell'Europa occidentale, per precisione.
Di fatto però l'Europa occidentale è una somma di diverse nazioni, con ognuna un concetto proprio di Stato Democratico e repubblicano.
Quindi non esiste ad ora una definizione chiara e coerente di sistema democratico eguale per tutti, sulla base della delega di rappresentanza fondata sulla libertà di scelta tra varie persone ed idee.
L'enorme quantità di strumenti informativi lo permette, volendo fare informazione oggettiva coerente.
L'Europa ha conquistato il Pianeta con il suo "Modello culturale", che non rappresenta il sistema natura e lascia irrisolte molte domande, ma consente un uso dell'energia dissipativa e nociva elevata, dalla bomba atomica alla benzina.
Ciò nonostante la cultura Europea si è trincerata dietro questo "modello" riduttivo ma assoluto di autodistruzione, che culturalmente è negativo nel modo sia relativo con la benzina sia assoluto con la fissione nucleare, cioè la rottura della materia elementare.
Ora tutto il pianeta guarda all'Europa come possibile conquista di una ricchezza maggiore della propria.
Il fatto incoerente e che le invasioni avvengono non in nome della forza superiore, vedi le invasioni di oltre 2000  anni or sono; ma della debolezza superiore per capacità e per numero:
Il conto torna per legge di natura; ad ogni azione corrisponde una reazione contraria.
La miseria vuole conquistare l'Europa arricchendosi.
Cosa assai difficile per i danni causati alla natura da questo modello di cultura scientifica e tecnica, i cui danni collaterali sono considerevoli, con i rifiuti e gli scarti tossici, per la natura e per noi stessi di conseguenza.
Il limite di rottura degli equilibri degli stati di natura sarebbe,acqua, aria e terra sarebbe catastrofico se nulla cambia:
L'Europa, con i suoi nazionalismi arroganti e saccenti, quanto presuntuosi,deve finire una ricerca scientifica,che. Planck. Thomson, Bohr,Born, Rutheford, Heisenberg, De Broglie, Dirac, Chadwick e Fermi, solo per citare i più importanti, tranne Einstein, che con le sue estrapolazioni altera la scienza stessa nel metodo comparativo assoluto e relativo.
La natura è certamente più potente mille volte della fissione e non rispettarla significa morire tutti di stupidità, la paura è quindi legittima nel procedere con gli esperimenti alle elevate energie.
Posta la condizione che ora conosciamo solo il 25 % della natura stessa con il modello Standard e ci stiamo auto-distruggendo più o meno lentamente.
Il Modello standard è quindi in  gran parte una falsificazione della natura, che le approssimazioni con le costanti permettono di avvalorare senza prove reali ma solo virtuali. cioè idealistiche per ipotesi.
Mi pare che l'Europa possa e debba assolvere al compito che si è assunta da oltre 3000 anni con uno sviluppo peculiare della società occidentali, le cui fondamenta sono nella democrazia e repubblica come connubio indissolubile, cioè la simultaneità come principio universale di ogni cosa....


Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.