PROFESSIONE POLITICO ITALIANO = FALSARIO, FALSIFICATORE.

Bo. 18. 12. 16
                                      SPECIE UMANA =  SPECIE NEUTRALE
Saggio di Mauro Mezzetti Sforza, in vendita presso Amazon e Ubik Bo. Euro 3.

PROFESSIONE POLITICO ITALIANO = FALSARIO, FALSIFICATORE.

La teoria della falsificazione è stata approvata dalla regina del Regno Unito, come teoria valida, ma ....a ben  vedere, il paradosso diventa che ad una falsa teoria se ne può aggiungere un'altra falsa che dimostra la sua validità.
Nella scienza questa teoria ha avuto il patrocinio dei dogmatici, per mezzo della quale si sono tolti l'impiccio di dover spiegare la realtà naturale con dimostrazioni concrete, la falsificazione come metodo è diversa dalla logica per assurdo che dimostra il contrario, come voleva la tecnica dei Romani, anzi è l'esaltazione della falsità che diventa virtuale, ovvero potrebbe esistere impotenza.
Così è diventata la politica italiana dall'avvento di Berlusconi e dalla permanenza della DC sotto altre vesti, come del PCI schiacciato dalla sconfitta politica, per incoerenza, ma incapace di ripartire dal lavoro,in senso ampio e profondo come la matrice della civiltà sociale e politica, quindi senza comprendere gli errori del passato, anzi annullandosi nella sua specifica natura di laicità sociale.
Tutte le teorie ideologiche si sono dimostrate false per la democrazia, in quanto esse si ritengono superiori alla democrazia stessa, quindi o con il plagio ideologico o con la forza coercitiva e le minacce hanno sconfitto la democrazia, con l'appoggio di oligarchie e monopoli di ari settori a discapito del mercato vario ed eterogeneo la cui base è la libertà ed intelligenza creativa.
L'Italia ha trasposto la teoria della falsicabilità in Politica, per ogni uso tranne che per il sistema.
Cioè si può criticare tutti  e tutto, ogni singolo fatto, caso o persona, ma non il sistema falsamente democratico, così come fanno Renzi e Berlusconi, con il referendum.
Non sembra una sconfitta per loro, visto anche  il ruolo politico di Renzi, nato sulla base del referendum Costituzionale imposto dalla casta politica clericale o DC, contro la società Italiana che non approva il sistema politico corrotto per principio come le due camere aventi lo stesso potere.
L'esempio comico sarcastico sarebbe: la persona che si chiama Senato dice alla persona che si chiama Camera; decido io la Legge, risponde l'altra, no decido io ....e così fino allo sfinimento.
Allora esausti della futilità.... chi decide? 
Il governo è indeciso allora ci vuole un parere esterno se non vi è competenza, ed il parere esterno vincolante chi lo può dare, L'Europa....
no di certo...
solo lo Stato del Vaticano che è superiore per .....non si sa cosa, ma di sicuro non è superiore per competenza logica della società economica e sociale.
Risultato 72 governi e circa lo stesso di elezioni e referendum senza alcun Principio di base e Legge che sia coerente nella Costituzione Italiana che sia il legame profondo della società Italiana stessa nella sua coerenza del lavoro e libertà.
In Italia oltre la falsificazione politica, come pratica pubblica, vi è come antecedente la malattia dell'egocentrismo,che ha come derivata prima la falsificazione e seconda la negazione della realtà, per dimenticanza o rifiuto a ricordare gli errori, come avviene oggi per Renzi e Berlusconi, per non parlare dello Stato del Vaticano.
Tutto il comportamento dei dirigenti politici si riassume in una fuga dai problemi del paese per rifugiarsi nei privilegi che tutelano le incompetenze ed incapacità di lavoro reale oggettivo, come il problema politico della clandestinità, ingovernabile senza una strategia, visto che l'Italia non ha uno spazio illimitato.
La trappola del Referendum imposto contro la volontà della popolazione sanciva una doppia sconfitta, la prima verso che voleva una svolta reazionaria, come Renzi unificando il potere amministrativo e Legislativo in una sola Camera eletta direttamente  con proporzionalità, e simultaneamente il ripristino di una sistema falso antidemocratico.
Di tutto si può parlare ma non che cosa sia la Democrazia e la lIbertà di pensiero e di parola,senza offesa per alcuno ma solo nell'interesse dell'Italia paese Europeo...forse gli USA dovrebbero pensarci un poco, le religioni non risolvono i problemi semmai li aggravano, o l'esperienza non insegna nulla al dogmatismo, come in Italia.
Il dogmatismo è una malattia egocentrica nella forma di assolutismo dei concetti materiali, quasi una forma poetica immobile, ma questa non è la natura reale, son solo idee surrogate dei nullafacenti o coloro che non lavorano e non hanno mai lavorato con l'obiettivo del lavoro stesso, il suo fine, lo sviluppo di sè e di tutti simultaneamente, nel rispetto della libertà ed intelligenza....

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.