Il " POTERE GERARCHICO" = SEMPLICE-MENTE STUPIDO.

Bo. 2. 12. 2016
                                                SPECIE UMANA  = SPECIE NEUTRALE
  DI Mauro Mezzetti in vendita presso Ubik Bo.  Euro 3.

Il " POTERE GERARCHICO" = SEMPLICE-MENTE STUPIDO.

Renzi, Berlusconi e Prodi, sono i tre Gerarchi per antonomasia, privi delle competenze e capacità, quanto arroganti nella loro pretesa  di concentrare i poteri, accorpandoli e destituendo di funzione eleggibile, sia il Senato che la magistratura.
Per lor le sfere di autonomia ed indipendenza nelle funzioni specifiche non esistono , come non esistono i reati per i ricchi ed i cristiani di provata fede, una specie di presunzione di superiorità, di cui conosciamo le radici ed il fine sia che sia "benevolo" come vogliono apparire sia che sia stupidamente ottuso nella sua malvagità di zuccheri.
In effetti il pregio di Renzi è la sua incapacità incompetente a riconoscere i Principi della Democrazia moderna, di cui il cardine è la coerenza tra i principi, le leggi do giustizia eguali per tutti ed al di sopra di tutti, anche della gerarchia religiosa del Papa, di cui Renzi e Prodi sono i fedeli.
La contraddizione è cosa sia laico oggi, visto che Bersani e d'Alema, non sono né l'Uno ne l'altro, ma solo beneficiari di privilegi iniqui contro  il lavoro, maestranze e direzione.
Il Principio di ogni Costituzione Democratica è doppio; la coerenza e la proporzionalità, sia delle  Leggi che della rappresentazione del sistema politico.
In Italia la Costituzione si fonda sulla contraddizione tra il sistema elettorale e la completa autonomia, delle Camere, al di fuori di ogni responsabilità diretta e coerente, fondata sui privilegi ed incoerenze, quindi corrotti per legge.
Quindi la riduzione dei parlamentari altro non è che una semplice elemosina, perche se cambiano le funzioni dei politici il numero degli addetti alla politica rimane quasi invariato, quindi siamo truffati di nuovo.
Che Renzi sia il prodotto della cultura parrocchiale si vede e si capisce dal linguaggio generico ed evasivo, con la pregiudiziale verso le donne, di cui non rivela la natura per furbizia, così all'opposta la svela Berlusconi con il suo sentimentalismo falso e bigotto come colei che doveva essere la nipote di Mubarak, assurdo ma vero ed offensivo per gli italiani.
Che dire che hai soldi si perdona tutto con una elemosina, sopratutto i senza lavoro o disoccupati di cui non si parla,ma di una fantomatica crescita misurata negli ultimi due o tre mesi, per poi rivederla quando gli pare, senza parlare della crescita deldeficit.
I Gerarchi hanno il difetto di falsificare quanto è possibile per manipolare le persone, oggi consapevoli che il fine è la truffa agli italiani, malversati da tasse inique per un sistema corrotto nei Principi Costituzionali, privati della coerenza per mezzo di leggi truffa del sistema politico.
Le banche falliscono se la ricchezza rimane sempre concentrata nel monopolio di Stato dell'INPS, voluta da Mussolini in un periodo storico preciso, con ragioni specifiche legittime, oggi sono assurde, mail gerarca religioso è la persone più ottusa ed incapace perche pensa in termini di servizio al più ricco, non alla società, quindi personalizza e riduce la capacità razionale al servizio del più forte,non del paese.
La riforma, come lo stallo sono il risultato di gente che non ha mai lavorato, ma solo insegnato senza rischiare nulla ed imparare nulla, ma solo vivere di rendita senza ragionare, e quando si ragiona ecco il rifiuto pregiudiziale verso il lavoro e la sua coerenza razionale, come verso la Democrazia del mercato e della società, unica base per lo sviluppo, per i suoi principi di coerenza che Renzi, Berlusconi il doppiogiochista, che finge di ostacolare Renzi, così come fa Grillo, che dire dell'ipocrisia fatta Legge di falsità del metodo politico dell'incoerenza, perchè costoro non sanno cosa fare, e non vogliono fare il loro  dovere verso il paese Italia e gli italiani/e.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.