REFERENDUM COSTITUZIONALE: TRUFFA DEL SISTEMA POLITICO.

Bo. 20. 11. 16
                                       SPECIE UMANA  =  SPECIE NEUTRALE.

Autore Mauro Mezzetti Sforza, in vendita presso Ubik Bo.  Euro 3.

REFERENDUM COSTITUZIONALE: TRUFFA DEL SISTEMA POLITICO.

Il referendum istituzionale è una farsa politica studiata da Berlusconi e Renzi, con l'eco del M5S.
Innanzitutto la proposta politica, di unificare i poteri, escludendo l'elezione diretta del senato, con il taglio dei politici, diventa un pericolo per la gerarchia clericale e monopolista, quindi logica conseguenza di una truffa alla democrazia come il bicameralismo con gli stessi poteri = paralisi della politica e ricorso al decreto d'urgenza, detto anche " decreto di Legge", con un'altra falsificazione, si provvede al governo illegittimo del paese con un governo mai eletto, ma surrogato dell'alleanza clero- monopolio privato, Berlusconi e Agnelli.
Che dire di siffatta onnipotenza impotente ad affrontare i problemi del paese ma ad estorcere le ricchezza del lavoro, complici i sindacati " di classe" o ideologici con proteste simboliche e nulla più.
La riforma Costituzionale, fatta da due persone, è il risultato dell'ignoranza dei metodi democratici, o la negazione esplicita o censura dei sistemi dell'Europa  occidentale dopo la seconda guerra mondiale, i cui sconfitti sono clero, come radice delle ideologie di destra e comunisti come radice popolare delle ideologie populiste.
L'Italia è rimasta prigioniera dell'ignoranza culturale voluta con la censura dalla Democrazia cristiana complici il PCI, di cui l'esempio è l'abolizione del reato di plagio, in vigore in Europa, così come il bilancio pubblico manipolato a fini personali di potere o di gruppo.
Le proposte di riduzione dei politici sono una farsa in quanto sarebbero riassunti sotto altre vesti di funzionari politici di stato, a discrezione dei governi, come Equitalia non viene soppressa, ma cambiata di sede.
L'estorsione della ricchezza sul lavoro continua con l'aumento delle tasse e dei prezzi, come del debito pubblico di cui nessun giornalista deve parlare come la plagiata Bianca Berlinguer.
In realtà non esiste più una opposizione, ma il rifiuto di accettare una situazione corrotta nella sue basi  di sistema,che mantenendo invariata la possibilità di scelta elettorale, la vanifica con un sistema corrotto come regola di base, che nessuna riforma costituzionale propone.
Riformulare gli articoli di base sul principio che non esiste lavoro se non esiste la libertà di pensiero, diversamente la versione attuale è solo schiavista ed ignorante dei principi democratici, come coloro che al 90 % l'hanno scritta nel 1945- 47.
Oggi si creano paure,ma la peggior paura oltre le falsità è l'incompetenza e con essa la stupidità di chi la propone, sia nei confronti dell'Europa, sia nei confronti degli Italiani/e.
Il rifiuto del voto è quindi legittimo di fronte ad una truffa che non risolve alcun problema ma falsifica il sistema antidemocratico in modo nuovo,ma sempre falso, quindi incapace ed incompetente ad affrontare lo sviluppo del paese....

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.