OLIMPIADI....FOREVER.

Bo. 17. 08. 16
                                          SPECIE UMANA = SPECIE NEUTRALE
IN VENDITA PRESSO Ubik Bologna, prezzo Euro 3.

OLIMPIADI......FOREVER.

Il principio delle Olimpiadi è quello della tregua di ogni guerra, per fronteggiarsi come rivali nelle discipline sportive come la lotta ed altre.
Ovvio che i miti e le leggende sulla nascita delle olimpiadi sovrastano le prove concrete, per cui non esiste una data sicura, ma il Principio è confermato come pace temporanea per un confronto oltre la guerra.
La versione originaria, quella greca le fa nascere da un semidio, ma oltre la leggenda esiste la pratica dei giochi come pace limitata alle lunghe guerre.
Il principio dei partecipanti è quello della libertà di scelta delle discipline per mezzo delle quali sviluppare la loro personalità ed il loro talento.
L'olimpiade è il regno delle libertà messo a confronto, le quali poggiano sull'ordine dei metodi usati per ottenere risultati superiori a quelli precedenti.
Ancora oggi, l'olimpiade è il regno del confronto delle libertà, perseguite con metodi diversi,ma tutti razionalmente ordinati ed organizzati.
I metodi come le tecniche diventano sempre più tecnici e complessi, ma organizzati con sapienza razionale, la maggior parte dei casi.
Dalla ginnastica artistica, al nuoto, all'atletica, come principali protagoniste tecniche, per mezzo delle quali dimostrare lo sviluppo delle qualità e talenti delle persone, donne ed uomini in egual misura.
La libertà di scelta della disciplina alla quale dedicarsi implica molte varianti, ma di fatto è la scelta in libertà il principio che consente la massima coerenza degli obiettivi  per gli atleti, di cui conosciamo poco o nulla se di altri paesi lontani.
Il Pianeta pare rimpicciolirsi nello stadio dell'atletica, insieme di tutte le genti concorrenti tra loro e per loro stessi.
La seconda condizione è l'ordine dei metodi tecnici usati dagli atleti, tutti organizzati con razionalità e perseguiti con la costanza della volontà del lavoro, che riserva poche soddisfazioni, ma sufficienti per la soddisfazione della vita.
Chi non conosce le fatiche del metodo, non comprende l'animo degli atleti, siano singoli che in squadre, è come una musica naturale densa di suoni varianti, ricca di modulazioni costanti e di variabili impreviste, oltre le quali si deve passare per reazione e per volontà, se possibile.
Le discipline si arricchiscono, come il numero dei paesi e degli atleti che vi partecipano, quindi mi sembra il caso di limitare il valore delle Olimpiadi al loro significato stretto, di sviluppo del talento umano, femminile e maschile in 5 o 10 discipline, per richiedere a tutti i paesi di sviluppare i criteri interdisciplinari della loro formazione, con metodi comparativi e diversi, come ad esmpio, che corre può allenarsi anche con il nuoto e viceversa.
I metodi inter-disciplinari forniscono una percezione più complessa e varia della realtà e di sè stessi, quindi possono fornire la ricerca di ulteriori sviluppi dei metodi e dell'alimentazione come dei bioritmi della natura umana.
I giochi visti non solo come momento di confronto in libertà, ma di sviluppo delle personalità fisiche insieme a quelle intellettuali.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.