ITALIA: ISTRUITI A DOVERE, CREDERE ED OBBEDIRE: CHI DIRIGE ?

Bo. 3.5. 2016


Edito Kindle  Euro 1,99.

ITALIA: ISTRUITI A DOVERE: CREDERE ED OBBEDIRE: CHI DIRIGE?

Il Principio d'istruzione del metodo scientifico è secondo K. Popper il seguente:
Il criterio di falsificabilità dice:
se da A si deduce B, e se B è falso, allora è falso anche A). Se una teoria non possiede questa proprietà, è impossibile controllare la validità del suo contenuto informativo relativamente alla realtà che essa presume di descrivere.
Allora  alla logica del sillogismo si può applicare per paradosso una eccezione come questa:
1) Tutti gli uomini sono mortali.
2) Gesù Cristo è uomo.
3) Gesù è risorto.
Se la tre (3) è vera allora risulta vera anche la 1°, se falsa allora è falsa anche il 1°.
Popper ha falsificato il metodo scientifico, in quanto non considera la realtà come azione assoluta o massa assoluta.
Ciò che gli antichi ed i matematici definivano come "assurdo", diventa eccezione.
Ciò che manca in Popper è la dimensione reale, oggettiva ed inconfutabile,come eguale per tutti, che viene sostituita da ciò che viene ritenuto "vero" dall'autorità, competente o meno.
Il procedimento è stato adottato in Italia con la Costituzione per la quale, l'eccezione, che si oppone alle >Leggi> viene considerata di Diritto d'urgenza una realtà effettiva, e legittimata.
Quindi l'assurdo diventa eccezione reale, che si oppone alle Leggi universali della natura, nel suo particolarismo infinitesimale, egocentrico e malato di onnipotenza, ovvero la malattia del secolo l'egocentrismo di " Dorian Grey", fanatico, buono o cattivo, intollerante e pregiudiziale.
All'opposto l'interazione comparativa, tra assoluti e relativi oggetti e soggetti della civiltà contemporanea, nella dialettica della conoscenza dei problemi reali e loro regole.
Conosciamo il prodotto di queste culture approssimative ed illegali o anti- Legislative per principio, contro il dovere eguale per tutti verso tutti, donne ed uomini della propria collettività, etnia o comunità, nella libertà ed indipendenza sul proprio territorio.
La Costituzione nel suo primo articolo è l'eccezione, in quanto non esiste lavoro senza Libertà di scelta,senza Libertà il lavoro razionale e creativo diventa, semplice istruzione, ovvero " RIFLESSO CONDIZIONATO" una eccezione illegale e perversa di plagio della popolazione italiana.
Così la divisione dei poteri; esecutivo, legislativo e di controllo, di cui i primi due sono stati sempre accorpati e divisi in due luoghi con funzioni identiche, il gioco dell'illusione "perfetta" è compiuto sembrano tre poteri in realtà sono solo due, anzi uno:  il clericalismo, bianco, rosso e nero; destra, centro e sinistra. CvD.
La Costituzione Italiana è illegale nei principi della Democrazia, l'egocentrismo delle immagini procura l'effetto Grey.......la mostruosità irrazionale dell'onnipotenza del gruppo piccolo di  piccoli "Grey", bianchi, rossi e neri.........uniformati, istruiti a dovere del clero, contro le Leggi Universali siano esse di Dio e della Natura, di cui tutti siamo parte.
Ad ognuno il suo ruolo,......come il confinamento dei confini per Dovere per Diritto, insieme non esiste l'uno senza l'altro.... Democrazia e Repubblica : Principi e Leggi, da un Lato eguali per tutti e dall'altro metodi e regole derivate come Repubblica, il doppio ruolo di entrambe le istituzioni:
1)  Democrazia = Camera Delegati= Proposta regole. = 350     Esecutivo
2) Repubblica = gerarchia di Leggi e Principi = Senato, =  150   Legislativo
3) Giunta Costituzionale = Cultura e tecnica delle Leggi e della società  = 21 Giudiziario di principio culturale e tecnico.
Così funzionano tutte le democrazie moderne, sulla base della libertà di scelta segreta del
 " Delegato ".



Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.