LE IDEOLOGIE = FAZIONI SOCIALI, POLITICHE E CULTURALI = CULTO DELLA VERITA'.

Bo. 29. 3. 16

Edito Kindle Euro 1,99.

LE IDEOLOGIE = FAZIONI, SOCIALI, POLITICHE E CULTURALI = CULTO DELLA VERITA'.

Siamo nel 2016, ma la cultura Europea rimane ancorata o fissata sulla base delle ideologie, in larga misura, dato che la scienza stessa è rimasta chiusa nel Modello Standard, pieno di contraddizioni ed incoerenze di cui la principale è la non conoscenza della Energia di Gravità, ragione per la quale viviamo tutti.
Il paradosso è l'ambiziosa presunzione degli scienziati di aver compreso quasi tutto della materia, che non corrisponde alla realtà delle misure e delle teorie.
Le ideologie che fanno il loro trionfo nel 900 sono tutte totalitarie, da quelle religiose a quelle politiche, con un unico tratto comune, il culto della personalità come persona infallibile nelle sue scelte.
Le definizioni di Wikipedia sono precise:
Il culto della personalità è una forma di idolatria sociale che generalmente si configura nell'assoluta devozione a un leader, solitamente politico o religioso, attraverso l'esaltazione del pensiero e delle capacità, tanto da attribuirgli doti di infallibilità.
Per estensione, l'espressione può anche descrivere l'ossessione dei mass media nei confronti delle celebrità, o la gestione guidata dall'egocentrismo in un'impresa commerciale o industriale.
Gli esempi sono circoscritti  e coerenti, di essi possiamo dire che assumono valore assoluto, rispetto a tutti gli altri che vengono, in diversi modi, annullati con il culto della verità di queste persone.
Senonchè ogni ideologia è falsa nelle sue basi teoriche e nel suo metodo,in quanto contraddittoria nei suoi aspetti, come lo sfamare tutti,il bene di tutti e l'interesse di pochi, e via dicendo con altri esempi, come sulla libertà che diventa parola censurata.
Il culto della Personalità è il culto di una verità assoluta, nel 900, posta al di sopra degli stessi leaders.
Il culto del Modello tecnico, si afferma come  verità di immagine per mezzo dei sistemi d'informazione tecnica, a cui si contrappone il computer, come sistema tecnico privo di un modello.
Il culto del Modello tecnico non necessita di una coerenza e di completezze, è sufficiente una semplificata idea di benessere o di scoperte.
In effetti il 900 si contraddistingue come il secolo delle scoperte delle meraviglie della natura, in funzione della potenza della specie umana, come modo riduttivo di vedere ed usare la natura.
Le ideologie sono la base limitata ed incoerente di un atteggiamento utilitaristico della natura e delle sue leggi, che vengono censurate o negate, oppure all'opposto diventano un culto nella forma di Modello.
La scienza non è più il principio del sillogismo, come descrizione della realtà assoluta, inconfutabile e dimostrata, come eguale per tutti con sintesi logica del linguaggio biunivoca e fondata sull'inferenza:
Es. Tutti gli esseri umani sono mortali, Socrate è umano = quindi mortale.
L'analisi logica e quella matematica non corrispondono alla descrizione della realtà, nel 900, in quanto tutto diventa "Relativo" o relativizzato per cui non esiste più una affermazione universale valida ed eguale per tutti, perchè le descrizioni della realtà sono divenute  incoerenti con l'uso di nuove tecniche come il cannocchiale e la radioastronomia.
L'osservazione  naturale non è più la base della scienza, perché soppiantata dall'osservazione tecnica.
Così  diventa discutibile anche il sistema di Principi che regolano la Democrazia, che in  Italia, non sono mai stati applicati nella moderna concezione scaturita dalla Rivoluzione d'indipendenza degli U.S.A., e dopo dalla Francia, in modo radicale.
Il concetto di "divino" diventa secondario nelle Democrazia, sia esso religioso che monarchico, per mezzo delle ideologie.
In Italia siamo passati, da una monarchia pregiudiziale e vessatoria verso le donne, ad un clericalismo del medesimo  carattere di principio, con l'avvallo dei cosiddetti laici delle ideologie fondato sul culto della personalità.
Le ideologie si configurano come fazioni sulla base dei loro falsi principi, che non sono democratici, in quanto regole universali eguali per tutti, sia assolute che derivate e limitate, ovvero relative nelle loro forme e nella loro libertà.
Le IDEOLOGIE = COME SISTEMA DI IDEE INCOERENTI: RAPPRESENTA SOLO LIMITATI INTERESSI, ANTEPOSTI A QUELLI DELLA COMUNITA', CHE SONO IN ASSOLUTO QUELLI PRINCIPALI.
LA GIUNTA COSTITUZIONALE ha il compito di definire le uniche formazioni possibili non ideologiche, come forme di organizzazione della direzione della società sulla base di principio del lavoro e della libertà, inscindibili tra loro.
La libertà repubblicana si oppone alla libertà democratica, entrambe soggette ad una libertà assoluta la misura del lavoro libero ne rispetto delle Leggi della natura, che oggi si vogliono ignorare o censurare, oppure all'opposto farle divenire dei culti o Modelli.

X ma Legio Italiana d'Europa

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.