IL MITO IDEOLOGICO DELLE GERARCHIE: CLERICALE - NAZI-FASCISTA - SOCIAL-COMUNISTA.

Bo. 6. 3. 16

IL MITO IDEOLOGICO DELLE GERARCHIE: CLERICALE- NAZI-FASCISTA E SOCIAL-COMUNISTA.

 Ogni ideologia contemporanea, cresciuta e sviluppata all'ombra delle rivoluzioni scientifiche ed industriali dal 700 ad oggi, diventa un sistema di idee insufficienti, di forma particolare e base dell'organizzazione di piccoli gruppi  all'interno della società, che sono le nuove classi sociali sorte dalle rivoluzioni industriali.
L'esigenza di spiegazioni più o meno razionali, che sia la base di affermazione del gruppo sociale emergente dalle trasformazioni tecniche della società, impone una riflessione critica.
Ogni gruppo sociale nuovo, oltre i contadini  i guerrieri ed i sacerdoti; presuppone, senza una logica coerente, un futuro straordinario per se stessi.
La base ideologica varia a seconda delle condizioni storiche del paese e della sua capacità di sviluppo ed arretratezza rispetto ad altri.
Ogni ideologia ha come obiettivo, non esplicito, ma diretto, il controllo della società su base ideologica, che giustifica la stretta sorveglianza delle idee e della libertà limitata e censurata, con mezzi illegali come il falso sospetto, le illazioni false, l'intolleranza ed il rifiuto della dialettica: tutto si riduce all'ordine rigido ed imposto dall'alto; all'obbedienza assoluta.
L'ideologia è un sistema non scientifico, quindi non razionalmente coerente, il che produce contraddizioni pregiudiziali verso la realtà oggettiva.
Tutte le ideologie sono pregiudiziali, ed hanno come fine il controllo gerarchico del gruppo di aderenti, e, come ambizione ultima, il controllo della società.
Il pregiudizio e l'intolleranza sono rivolti in primo luogo verso il lavoro e la sua razionalità, come ostacolo stesso all'ideologia.
In Italia ciò avviene prima con il nazionalismo fascista ed in seconda fase con il clericalismo nazionale, con ambizioni mondiali, che ha come risultato l'arretratezza culturale e sociale dell'Italia; in funzione della sua subalternità allo "Stato della Chiesa cattolica" o religione cristiana mutuata dal medio oriente illegittima come forma di governo della società italiana, sostenuta dalla subalternità dell'ideologia comunista.
Tutte le ideologie si fondano su diversi principi.

1) Il principio d'identità: chi non appartiene al gruppo è inferiore ed in colpa.
2) La superiorità della gerarchia è indiscutibile, quindi l'obbedienza assoluta è legge.
3) Gli obiettivi del gruppo sono gli obiettivi della società intera.
4) La prima ed unica necessità è la crescita del gruppo.
5) L'ideologia non necessita di spiegazioni e dimostrazioni.
6) Tutti coloro che non appartengono all'ideologia sono: opposti ed eguali.

L'ideologia si presenta come una forma riduttiva del sapere e del fare; dove tutto è legittimo,in primis la falsificazione della realtà, per i fini del gruppo ideologico.
In politica; nel 900 il nazi- fascismo ed il social- comunismo, sono state le ideologie rappresentative  dell'arretratezza delle società di   fronte allo sviluppo delle società industriali.
Gli sviluppi sono diventati imprevisti ed ostacoli ; solo se si negano e censurano i problemi esistenti nella cultura e società.
L'ideologia si presenta come  forma di DOGMA POLITICO: il quale è mutuato direttamente dal dogma religioso della religione Cristiana in Europa.
Il clericalismo, in Italia, è il dogma cristiano ideologico in Politica, che conserva i medesimi caratteri del dogma politico laico, con una discriminante, le idee sono di origine divina, anche se incoerenti e contraddittorie con la realtà.
Il pregiudizio, rispetto alla conoscenza della realtà oggettiva, diventa la Legge eguale per tutti, perché tutti coloro che non appartengono al gruppo clericale, di varie sigle politiche,anche se di una unica matrice, sono eguali ed opposti ad esso.
Il termine eguali, come il salario eguale per tutti, il voto eguale per tutti, risulta la discriminazione pregiudiziale delle ideologie verso tutti coloro che vogliono vivere in libertà ed in democrazia.
In Italia una falsa Costituzione viene fatta apparire come la più democratica del mondo mentre è solo una falsa Costituzione,che gli ex ideologi comunisti italiani, non per caso approvano, ma solo per ignoranza delle Costituzioni democratiche di tutto il pianeta, storicamente affermate.




Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.