IDEOLOGIE opposte al LAVORO RAZIONALE.

Bo. 25. 11. 15
Edito Amazon Kindle al prezzo di Euro 1,99.


IDEOLOGIE opposte al LAVORO RAZIONALE.

Le ideologie, tutte, hanno come matrice formale del linguaggio un insieme di idee e sensazioni, unite tra loro senza una sequenza logicamente dimostrata come razionale o reale.
Tutti possono constatare che il metodo delle ideologie, politiche, religiose e culturali-scientifiche, è quello della dissociazione dell'idea,in quanto tale, dalla realtà oggettiva.
Le ideologie fanno un uso improprio delle parole snaturandone il significato ed il senso reale.
Esempio; descrivere il moto ellittico-cinematico dei Pianeti intorno alla Stella, mentre esso è elicoidale - dinamico, con una distanza massima ed una minima rispetto al centro di massa della Stella Sole, alla quale non si riconosce il ruolo assoluto- tecnico  per l'intero sistema, mentre quello dei Pianeti è relativo.
La cosa equivale a deviare la razionalità reale dei fatti e fenomeni naturali e sociali, verso altri fini, non legittimi allo sviluppo della società.
Essendo ogni ideologia di ordine gerarchico assoluto, nei suoi limiti, equivale a bloccare ogni sviluppo che contrasti con l'interesse particolare del singolo gruppo ideologico, in Italia lo Stato religioso assoluto della Chiesa cattolica..
La scienza Fisica oggi non è più un piccolo gruppo di ricercatori con scarse disponibilità economiche, anche se nobili o ricchi, ma bensì l'organizzazione più potente e numerosa del Pianeta, con l'autorità imposta del Modello Standard, fautore delle bombe atomiche di fissione e delle centrali atomiche di drogaggio degli elementi radioattivi.
I due esempi sono il massimo dell'autodistruzione della specie umana e della natura, quindi ad essi si può attribuire il valore negativo per la natura e le specie, in modo inconfutabile.
 Diversamente, l'assurdo dell'ideologia permette di considerare tutto positivo perchè fornisce energia in grandi quantità, rispetto al passato, ma non alle potenzialità della  natura.
L'ideologia rifiuta il metodo logico e razionale della scienza e matematica, come insignificante al fine del potere del gruppo ideologico,in questo caso coloro che controllano gli scienziati.
Il potere del  gruppo ideologico si basa sulla mistificazione della realtà oggettiva e dei metodi per comprenderla, al fine di manipolare la mente delle persone, con riflessi condizionati illusori, oggi equivale  dire che la crisi è superata o non esiste quasi, perchè le persone ideologizzate non sono direttamente impegnati nella produzione dei beni per la sopravvivenza e lo sviluppo della società.
Le ideologie rifiutano pregiudizialmente la razionalità logico deduttiva perché essa é comparativa nell'ordine di idee e della realtà; come lo è il lavoro per creare la ricchezza necessaria alla popolazione delle città in particolare, nel confronto dei mercati di distribuzione.
L'ideologia si oppone in diverse forme al lavoro razionale contemporaneo, cioè organizzato nelle industrie, per due ragioni principalmente.
Primo il lavoro ha una sua metodologia reale di pratiche organizzative razionali, fino alla programmazione delle immagini illusorie o falsificate degli effetti speciali, ma tutte materiali e tecnicamente definite senza idee astratte.
Secondo i rapporti sociali sono vincolati e limitati nella loro capacità settoriale, ma nell'insieme sono il massimo della libertà creativa per la specie umana, che cambia la realtà sociale e naturale in questo secolo.
Cosa unica nella storia delle civiltà millenarie.
L'organizzazione razionale è composta di pratiche ripetitive che sviluppano la razionalità di ogni singola persona,sia  minime che  massime nelle capacità.
Le ideologie respingono ogni sviluppo di collaborazione tra le classi fondato sulla razionalità proporzionale eguale per tutti.
Le regole collettive del lavoro razionale,che sono universali, contrastano con l'interesse particolare e deviante delle ideologie dei gruppi sociali nella loro singolarità e nel loro insieme.
Il conflitto delle ideologie, tra le ideologie, come è avvenuto in Italia nel dopoguerra,tra clericali e comunisti, rimane definito dalla cultura ideale o delle idee, che nascondono gli interessi reali e le necessità primarie dello sviluppo sociale, e rifiutano la Democrazia come sistema di Leggi superiore agli interessi ideologici di parte.
Le ideologie negano, ignorano, rifiutano, offendono e denigrano, e non comprendono quindi; la razionalità degli interessi collettivi generali della società democratica, ma la ostacolano e la boicottano in molti modi per ottenere privilegi discriminatori verso la razionalità del lavoro e della libertà necessarie allo sviluppo della specie umana e della società.




Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.