LA DITTATURA CLERICALE: I 1000 DEPUTATI GERARCHI ED I DECRETI D'URGENZA.

Bo.  25. 9. 15




LA DITTATURA CLERICALE: I 1000 DEPUTATI GERARCHI ED I  DECRETI D'URGENZA.


Le Riforme Costituzionali, riproposte da oltre 20 anni ad iniziare da Berlusconi e Prodi hanno questa caratteristica: sono fatte tutte con urgenza per la contraddizione insanabile dell'ingovernabilità del paese.
Ma perchè il paese " Italia" è ingovernabile da 70 anni, con 70 governi?
La radice del malgoverno è chiara; essa dipende dalla doppia ed identica funzione  Legislativa della Camera e del Senato, in successione mai finita per diversità di idee e proposte.
Ognuna di esse ha la stessa prerogativa e ciò rende impossibile il governo del paese  e l'autogoverno democratico.
Per contrapporre alla regola irrazionale una soluzione nascono i privilegi pregiudiziali della casta Politica, come il principio di tradimento dell'elettorato, considerato come popolo ignorante delle Leggi e dei Principi Costituzionali.
Chiunque entra nel meccanismo istituzionale rimane prigioniero del meccanismo perverso ed illegittimo della società italiana voluto da Clericali ed approvato da comunisti nel 1946-48.
La Democrazia si fonda sulla divisione dei poteri, esecutivo: amministra e propone, Camera e governo, Legislativo:che dispone le Leggi e le approva in via definitiva, Senato, e la magistratura con la Corte Costituzionale che interviene a controllo se le proposte sono illegittime.
Il meccanismo è chiaro e manca la volontà di realizzarlo, per interesse economico avverso all'Italia stessa.
La proposta di Riforma di Renzi-Berlusconi: si fonda sul colpo di Stato, fatto già da Mussolini nel 1925-30, con la concentrazione dei poteri in una Camera sola, quella dei Deputati.
Ora gli insegnamenti della Storia sono generici e la cosa sfugge e viene nascosta alle persone per i molti impegni e pregiudizi:
I pregiudizi nascono dalla non conoscenza delle Regole o Leggi democratiche di tutti i paesi amici, storicamente intrecciati all'Italia.
Visto che la Riforma della Costituzione italiana si propone di cambiare i Principi stessi della Costituzione, anche se sbagliati, fatti nel 1946, si rende necessario il più ampio dibattito e conoscenza oggettiva delle Leggi.
La cosa può avvenire solo con il confronto con le altre Costituzioni Democratiche.
Il privilegio e pregiudizio dei politici tutti, P.D. ,F.I., M5S, i 3 maggiori,fanno a gara a mistificare le realtà del problema.
La Costituzione italiana del 1946 non è Democratica ed è illegittima, mai sottoposta al referendum popolare o ad una consultazione dei cittadini/e.
Rimane il fatto che i "moderati " = clericali della D.C. sono inseriti in tutte le organizzazioni ed applicano il pregiudizio di insufficienza del popolo.
Per i gerarchi, sia clericali, comunisti,fascisti e liberisti, il popolo è sempre insufficiente,così anche i cittadini;e ciò giustifica il loro ruolo di incompetenti.
Per fare si che la popolazione sia sempre insufficiente, ci riempono la vita di pratiche burocratiche inutili e dannose: risultato spese destinate alla paura, alla coercizione degli italiani/e.
Non si tratta di una Riforma Istituzionale, ma di un colpo di Stato, con la sufficienza irrazionale di chi è ignorante culturalmente dei sistemi democratici  o non li vuole applicare per pregiudizio.
Ora Berlusconi fa il critico, il M5S propone emendamenti, la sinistra svende come la destra;  Bersani è come e peggio di Bertinotti, per tutte le ideologie che sono gerarchiche; coloro che non sono manipolabili sono da controllare, e se non lo fa lui lo deve fare Renzi.
La logica del gerarca incompetente ed ignorante, che non capisce la realtà dei meccanismi del lavoro razionale, come lavoro politico per gli italiani, cosi come fanno coloro che propongono elemosine con i loro stipendi (M5S) una truffa temporanea per la crisi.
Sono tutti accomunati dalla cultura clericale che da egemone diventa dittatoriale, fomentata da Berlusconi e compagnia, ed al di sopra di essi, ( si fa per dire) vi é pregiudizialmente la Chiesa di Stato assoluta ed illegittima sul suolo Italiano.
Essi sono i detrattori dell'intelligenza degli italiani/e, solo per i loro miopi ed ottusi interessi, e vedranno perdere le proprie  ricchezze, perchè così insegna la Storia delle civiltà quando a dirigere vi sono incapaci ed inetti ad affrontare i problemi dello Stato Italiano.
Ovvio che sono sempre perdonati i politici, traditori del mandato elettorale e sono tanti, oltre 200, solo in 2 anni, assurdo e reale, l'irrazionalità di tanti, una vita stupida e falsa, per sé stessi e per l'Italia.
Il rifiuto della falsa Riforma avviene se si manifesta una razionalità collettiva coerente:  esempio, spegnere i televisori per 5 minuti, tutti alla stessa ora, le 9 di sera per i caroselli o pubblicità, e dire basta alla corruzione e falsità del sistema politico.

Ora e sempre:  X ma  Legio Italiana  Democratica  d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.