Il Paradosso Italiano: Italia senza la politica.

Bo. 11. 5. 15
Il Paradosso Italiano: Italia senza la Politica.

Sembra uno scherzo dire l'Italia senza la politica, ma la realtà mi smentisce in quanto la politica è l'azione razionale per risolvere i problemi delle dinamiche dello sviluppo sociale, e l'opposto del movimento è l'immobilismo o stabilità, o il pareggio di Bilancio.
La politica è l'interazione razionale tra più soggetti con opinioni diverse, opposte e divergenti, le quali concorrono alla scelta decisiva  tra le scelte possibili.
La politica è la razionalità collettiva dei processi in atto, fatta da diversi soggetti che rappresentano interessi diversi.
La politica è la descrizione razionale degli interessi dei gruppi sociali, o classi, in alcuni casi estremi.
La razionalità dei processi sociali non è mai personale come fatto complesso di insiemi diversi.
La politica italiana non è mai, oggi, la descrizione dei problemi collettivi, maggiori secondo criteri di razionalità evidenti a tutti.

Esempio la scuola, i programmi e le strutture, il personale ed i mezzi didattici, la funzione pubblica del professore ed educatore elementare.
La tripartizione ideologica priva la gioventù italiana, ora come 60 anni or sono, della identità culturale e storica della comunità Italiana, formatasi da 3000  nel territorio  della penisola ed isole.
Il pregio della diversità unita da Leggi fondamentali eguali per tutti nei Principi di : 
Proporzionalità ed  Eguaglianza- Giustizia e Libertà, come pilastri fondamentali per riconoscere la propria identità storica e sociale, opposta ad una egemonia religiose e dogmatica che cancella qualsiasi identità che non sia quella integralista Cristiana, nel metodo del perdono come riscatto culturale, contraddittorio ed incoerente.
La Politica italiana non esiste perchè sopraffatta dal personalismo senza razionalità collettiva, ma fondata sull'imitazione del capo o repliche imitative del dirigente di turno.
La Politica è ridotta ed annullata dal ruolo assoluto del dirigente, che in termini personali, espone idee irrazionali e contraddittorie, quando non sono false nelle ambizioni e nei fatti.
Il termine sviluppo della partecipazione scolastica equivale ad investire per il sostegno allo studio di tutti i giovani, sia nel pubblico che nel privato, non religioso.
La religione non ha diritto a svolgere un ruolo educativo tecnico scientifico e storico improntato sulla oggettività della storia e del sapere,in quanto la religione è riduzione strumentale del sapere ad un solo dogma o credo superiore alla Storia stessa.
La Religione è cultura ideale e come tale deve rimanere confinata nei suoi ambiti personali sociali e non politici e culturali collettivi per Principio di organizzazione.
La Politica, come razionalità collettiva è scomparsa dall'Italia e sostituita da un linguaggio privo di  dimensione sociale, ma con parole personalistiche deteriorato per incompetenza, con l'uso di aggettivi generici e falsi per molti aspetti, come la "buona scuola", la Riforma definita impropriamente come elettorale e non Costituzionale, che tale è nei fatti.
La Politica come descrizione dei fatti collettivi è sostituita da descrizioni personali vuote di significato sociale, lo vediamo tutti i giorni nelle televisioni, ad opera di giornalisti compiacenti e dequalificati, compresi Santoro ed il suo gregario Travaglio "senza successo", rimane sempre travagliato quando deve scegliere se cambiare la Costituzione incostituzionale ed antidemocratica, si ferma sempre prima della conclusione.
Il potere occulto o meno, rimane irrazionale ed ha come fondamento il clericalismo italiano dipendente per plagio dallo Stato del Vaticano o Romano, assoluto ed integralista nella sua morale e fine ideale.
La Politica esiste se esiste una elezione diretta e libera tra più delegati, senza preferenza come criterio di subalternità al capo; che deve essere limitata oggettivamente nella proporzionalità di 1 a 183.700 abitanti.
La Politica ha limite minimo di età = 18  anni e deve avere massimo = 80 oltre i quali non si deve votare per sopraggiunta  mancanza fisica.
Ora e sempre--X ma --Legio  Italiana  Democratica  d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.