Libertà,democrazia = realtà nel pianeta.

Bo.  25. 4. 15.
Libertà, democrazia = realtà del pianeta.

Dopo migliaia di anni di sviluppo delle società locali o limitate ad aree confinate, sia da confini naturali come le montagne sia da confini sociali come i costumi e l'organizzazione sociale.
Oggi non sono più rilevanti i confini naturali e sociali in quanto quelli naturali sono superati da mezzi di trasporto aerei e marittimi inimmaginabili 3 secoli fa; ed i confini sociali sono abbattuti dalle tecniche, divenute omogenee in gran parte e derivanti da un unico Modello del sapere scientifico definito Standard.
Una parte delle persone mediamente colte ed i religiosi, si sono appropriati indebitamente dell'idea che con la bomba atomica siamo arrivati al capolinea del sapere, come sarebbe il capolinea sociale e naturale se vi fosse una guerra atomica mondiale, la distruzione del 99 % della natura e del 100 % della specie umana e di altre specie, quasi tutte.
La mia generazione ha capito questo; il Modello Unico Standard ha prodotto come unica soluzione scientifica e tecnica l'autodistruzione, ed il mio mestiere di storico sarebbe fallito per paradosso, a che serve la storia se non esiste il futuro?
Rimane solo il credo ed il dogma, o la religione della specie umana che celebra solo la specie umana al di sopra di tutto, oggi anche per mezzo del Modello scientifico Fisico, ma non della scienza.
Come storico mi oppongo al Modello come tecnica logico linguistica riduttiva nella descrizione della realtà, e la storia è in primo luogo descrizione della realtà passata, che può essere imprecisa ed imperfetta, ma indiscutibile nei fatti registrati  e nelle prove archeologiche, ed inalterabile nel suo passato, quindi ha valore sia assoluto che relativo, nello stesso tempo, come complementari l'uno all'altro.
Il principio delle civiltà sta nelle loro opere edificatrici, da modelli di piramidi, quelle africane e quelle americane, dalle opere che illustrano le idee sia religiose che civili, e, tutte sono decadute come insufficienti o carenti.  
Abbiamo quindi un passato storico limitato nelle esperienze che ha prodotto il Modello standard come ambizione scientifica a capire la natura del pianeta, oggi trasformata in un Modello dogmatico per dominare il pianeta e la specie umana, che paradossalmente con il Modello non ha futuro.
La seconda guerra mondiale è nata della cultura delle ideologie come base culturale del Modello scientifico europeo, e per ideologie si comprende anche le religioni nelle loro varie espressioni e varietà.
L'Ideologia è il pregiudizio della riduzione dei fattori della realtà ad uno solo come principale e paradossalmente come unico ed assoluto, oltre il quale nulla ha importanza: l'equivalenza di questa logica o auto-logica, ( logica solo per sè stessa = io esisto perchè mi vedo allo specchio)) è che la specie umana viene ridotta solo al ruolo di quella maschile e quella femminile viene negata come complementare ed assoluta.
Risulta che tutte le ideologie per presunzione e pregiudizio, ed in modo complementare per i difetti e le lacune del modello scientifico, possono dirsi superiori alla Democrazia come sistema interattivo tra le classi sociali fondato sulla razionalità del lavoro e la razionalità delle funzioni sociali sulla base delle Leggi eguali per tutti.
Le ideologie rifiutano  la democrazia sulla base della loro falsa competenza:equivale a dire a conferma della realtà che ogni ideologia rifiuta la Democrazia come sistema dialettico fondato sulle Leggi naturali e sociali, proporzionali ed eguali, sia assolute che relative, ed esse regolano la vita sul pianeta e lo sviluppo possibile, sulla base della LIBERTA' interpretativa e razionale, che solo un sistema offre, la Democrazia.
Ogni ideologia possiede false soluzioni superiori alla Democrazia, come collegialità delle competenze diverse tra loro e complementari, legislativo, economico, e giudiziario, che hanno tutte dei principi eguali assoluti ed inequivocabili, il pianeta è un unico territorio soggetto solo alle leggi della natura.
Il pianeta è suddiviso storicamente per costumi tradizioni e patrimonio naturale, che deve essere amministrato contestualmente alla propria identità naturale che non deve essere sradicata o modificata per danno o stupidità, ma dalla quale ricavare uno sviluppo conforme alla ricchezza della natura biologica.

Il Pianeta ha bisogno della Libertà quanto della Democrazia come sistema di Principi e Leggi sulla base dei quali tutti sono tenuti ad essere conformi per non diventare dei mostri, sia per malattie sia per autodistruzione della natura e di sè stessi.
Le ideologie non celebrano mai i presenti e la loro intelligenza,ma  solo alcuni defunti, perchè la tecnica del plagio della realtà è la pratica di ogni ideologia, anche scientifica, la cui assurda ambizione è possedere concretamente il controllo sulla natura come se fosse un oggetto, per pregiudizio, in quanto la natura è l'equilibrio tra le forze.
Tutte le ideologie usano la tecnica del plagio o riflesso condizionato è la pratica della mistificazione della storia, diretta, in quanto vengono taciuti fatti di importanza fondamentale ed indiretta, in quanto fanno apparire dei ruoli inesistenti inventandoli, come falsi documenti o prove.
Il detto cristiano che la carne è debole è falso, in realtà la mente ignorante che non conosce è debole, può essere plagiata, manipolata o condizionata con falsità, idee astratte ed altro,cosa che entra in contraddizione con la possibilità di governare sulla base di Leggi eguali per tutti, ma non in  tutte le situazioni, solo nella base dei comportamenti, come la circolazione delle auto, per fare un esempio coerente.
Le leggi eguali per tutti sono la base minima per il massimo della libertà,cosa ancora incompleta non spiegata dal Modello Standard, falsificato nel 900 ad opera di qualche scienziato condizionato dalla cultura ideologica imperante nell'Europa degli imperi della fine 800, tra impero Austro-Asburgico al centro Europa e gli imperi,  Britannico nel pianeta, Francese a Spagnolo.
Le ideologie sono ancora in parte in vigore, in Europa, come residuo del II°conflitto mondiale, e le ideologie sono gli scarti della cultura dialettica delle società che intralciano la Libertà dello sviluppo unito dalle stesse Leggi proporzionali  ed eguali.
Ora e sempre..X ma  -Legio  Italiana--- Democratica d'Europa.


Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.