APOTEOSI DELLA CIVILTA' .

Bo. 4. 4. 15
APOTEOSI DELLA CIVILTA'.

Per apoteosi possiamo considerare valida l'equivalenza tra divinizzazione e dogmatismo, in quanto il dogma è l'assioma di ogni divinizzazione.
Dal punto di vista della psicologia della personalità corrisponde alla malattia dell'egocentrismo della specie, come specie superiore, senza comparazione razionale diventa pregiudizio discriminatorio; ed essa, la malattia egocentrica, produce gli stessi effetti del culto della personalità e della razza superiore, solo che il pregiudizio è rivolto contro la natura nelle sue forme biologiche animali e vegetali.

Abbiamo quindi i 4 aspetti fondamentali di tutte le società mondiali, la sezione politica, quella economica, la culturale e la scientifica.
Tutte hanno come ispirazione e principio il dogma dell'unicità, in quanto la semplificazione, per assurdo, definisce che ogni cosa inizia da uno, semplice, banale ed ovvio, come altrettanto semplice è la realtà per la quale l'uno esiste se, e solo se, esiste il due o seconda parte che ha almeno una proprietà in comune con l'uno.
Quindi la natura esiste ed inizia da ( 1 + 2 ) come insieme di base, lo possiamo definire come: specie umana e / natura; la specie umana a sua volta è divisa in uomo e donna, e così via, così come esiste lo Spazio e la Massa, che tutti vediamo nel cielo notturno, eguale per tutti.
La divinizzazione sul piano sociale diventa culto, della personalità, dell'organizzazione, come soggetti superiori alle regole o Leggi della natura.
Il Principio, cioè l'Uno non giustifica il fine, cioè il Due, se per mezzo dell'egocentrismo non nego la sua esistenza.
Abbiamo il dogma come base della divinizzazione qualora si isola e semplifica la realtà riducendola ad un solo elemento.
La riduzione  ad un solo elemento costituente la realtà è, dal punto di vista matematico e logico, una riduzione per assurdo, che rende l'unicità un valore assoluto per principio e fine.
Gli esempi sono semplici e chiari.
1) In Politica, la dittatura di una organizzazione e di una persona, ovvero, in altri modi anche  i privilegi sopra le Leggi limitate della società, come i senatori a vita, o deputati per 50 anni.
Questo principio porta alla scomparsa della Democrazia come regole eguali ed la di sopra di tutti.
2) In Economia, il mercato è controllato da un solo concorrente, definito monopolio, ma allora il termine mercato come esposizione della libera creatività dei soggetti sociali scompare in quanto rimane un soggetto unico nella distribuzione, quindi il risultato è la scomparsa dei mercati.
3) Nella scienza l'affermazione di un Modello Standard unico, la cui base unica ed assoluta è l'elettromagnetismo, con diverse varianti sofisticate; fa scomparire la scienza come metodo comparativo, in quanto l'uno da solo è incomparabile per contraddizione.
4) Nella Cultura la divinizzazione assume varie forme derivate dall'esperienza, profeti, figli e eletti, tutti danno una unica versione iniziale con diverse forme adatte alla storia delle civiltà, limitate nei confini dello spazio, quindi prive di comparazione rifiutata pregiudizialmente.
Il Pianeta è uno solo, come anche il dogma,ma la natura degli altri pianeti è diversa dalla nostra, sia per i pianeti solidi che quelli gassosi, quindi le nature diverse possono far pensare a due matrici, non una sola.
La divinizzazione delle società, pur nelle svariate forme rituali, non dialettiche e non razionali nei rapporti, come la confessione e la preghiera 5 volte al giorno obbligatoria, rituali che vincolano alla fede nella gerarchia religiosa, culturale o politica,economica o scientifica.
Il paradosso è che non esiste più la scienza, teorica sicuramente, quella pratica si è fermata nella sua assurdità di principio e pratica; come non esisterebbero più i mercati liberi o le Democrazie, cosa avvenuta in parte con lo Statalismo dei monopoli pubblici.
Siamo quindi in una posizione di principio assurda: dove per la semplificazione della realtà si arriva alla affermazione per assurdo, con il virtuale, come placebo di ogni cosa, che non cambia nulla per coloro che hanno solo imparato a memoria la scienza, le preghiere, la politica e l'economia, così come la cultura.
Nella società il principio unico è equivalente al maschilismo, che negando le stesse facoltà alle donne nega la loro esistenza come equivalenza della specie umana, identità indissociabile se si vuole essere coerenti con la realtà.
Esiste l'uomo se, e solo se, esiste la donna e viceversa.
L'apoteosi delle civiltà riguarda per certi aspetti tutte le civiltà, con forme diverse, dove meno influente  rimane nei due sistemi  politici  causa dello sviluppo sociale tumultuoso ed impensabile fino a 150 or sono; risultati della guerra fredda, gli USA e la RUSSIA, come tesi ed antitesi, come realtà ed immagine della realtà, opposta ed inversa, che in quanto assolute si sono dimostrate opposte ed inconcludenti perchè autodistruttive.
Il periodo storico di massima espansione per la specie umana con il minimo delle conoscenze razionali  della natura, sulle quali si è innestata l'apoteosi della civiltà umana che ha conquistato il pianeta Terra.
La conquista è avvenuta con una crescita, tuttora in corso, che presenta gravi problemi per le civiltà se rimangono ancorate all'apoteosi di sè stessi come specie umana, contro la natura, con il sua uso ed abuso contrario a millenni di storia della specie umana.
L'avversario della specie umana è la specie umana stessa con i suoi pregiudizi, che hanno portato all'apoteosi della civiltà umana, contro la natura, la quale è la condizione indispensabile di esistenza della specie stessa, come le masse luminose ed il vuoto dello spazio; non esiste l'uno senza l'altro.

Ora e sempre.  Xma Legio ..Italiana  Democratica   d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.