Mattarella, il fedele cristiano: Presidente dell'Italia.

Bo. 1. 2. 15.
Mattarella, il fedele cristiano: Presidente dell'Italia.

Sembra un tripudio della Democrazia, in realtà è il tripudio del clericalismo, oggi  moderati suddivisi tra tutte le organizzazioni tradizionali e non come il M5S.
Il tripudio del consenso ad una Costituzione Dogmatica e ad un ruolo dello Stato Italiano subordinato al principio religioso della Chiesa di Stato come al di sopra delle Leggi naturali.
Settanta anni di governi con 70 governi, il paradosso dell'ingovernabilità secondo i criteri religiosi cristiani o di qualsiasi religione, che per principio sociale è dittatoriale come dimostra lo Stato della Chiesa del Vaticano, in quanto unica e sola organizzazione politica legittimata dal credo "ideale".
Se la convinzione di Mattarella che la cultura rende liberi, va inteso come distacco dalla realtà, perchè senza la razionalità o ragioni e la libertà d'espressione non esiste la cultura che rende liberi ma solo la cultura del plagio, che anche se cancellata esiste come riflesso condizionato diffuso, nuova tecnica del plagio.
Il nuovo Presidente ha verso il potere politico una disponibilità senza Limiti, equivale a non definire nessuna discriminante Democratica al di sopra del potere esecutivo, per cui il colpo di Stato di Renzi e Berlusconi, definito Nazareno, in quanto elimina il Senato come delega fondata sulla Libertà di scelta degli abitanti italiani;adibita al controllo delle leggi proposte dall'esecutivo o Camera, diventa per questo presidente una strada percorribile, sembra per ora.
Ruolo semplice del Senato, che la D.C. ha estromesso per 70 anni con il doppio mandato.
Semplice che sia un Democristiano fedele, a seguire la disfatta della Democrazia a favore del potere gerarchico assoluto e morale del potere esecutivo personale,quindi anche  della religione.
A parte le polemiche e diversità di facciata, ancora una volta la "cosiddetta sinistra" tradisce ogni principio di laicità e si piega succube e subalterna al principio del più forte con ossequiosa stupidità, come dimostra il leader "Vendola", dopo Bertinotti, la svendita del principio di Libertà.
Lo spazio materiale diventa più ridotto anche per coloro che fingono di fare i democratici con finte primarie senza un sistema elettivo democratico, dove la truffa e la corruzione sono legittimate come si è visto in Liguria, e in E.R., compresi anche il M5S.
Che dire di una mancanza di cultura della razionalità ed efficienza del sistema politico, dove ogni particolare è superiore agli interessi generali, ed ogni interesse particolare evita  pregiudizialmente gli interessi generali.
La contraddizione impera sino a che i flussi migratori costringono ad assumere posizioni necessarie alla stabilità sociale, e ci siamo a portata di tempo, sulla base dell'emergenza evocare poteri forti fondati su qualche discriminante del pregiudizio.
La storia dimostra che non esiste gerarchia che regga sulla base del principio di superiorità del singolo personaggio posto al vertice, sono tutte fallimentari per la società, nel medio periodo, l'illusione dura sempre poco.
L'unica soluzione sono le Leggi Democratiche, in Italia le 4 signore sconosciute: eguaglianza, Libertà, proporzionalità e Giustizia.
Chi è delegato dalla popolazione sulla base di questi principi governa,chi non li applica è sempre in emergenza per la contraddizione della pregiudiziale della singolarità superiore alla collettività, come se le due cose siano separate, per principio, dalla cultura religiosa.
In effetti lo sono per pregiudizio verso le Leggi sociali collettive come primarie e non secondarie al principio della singolarità definito dal potere gerarchico fondato solo sugli ordini superiori del vertice personale.
Si vedrà lo sviluppo del ruolo nel prossimo futuro, nel quale un presidente dovrebbe respingere la riforma del "Nazareno" perchè incostituzionale, ma Mattarella era stato preparato da 10 anni dalla clericalismo moderato, dentro ogni fazione politica con le correnti, come dimostra questa elezione parlamentare.
Ora e sempre. Xma--Legio Italiana--Democratica   d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.