USA e Cuba.

Bo. 18. 12. 14
USA e Cuba.

Ci eravamo dimenticati dell'isola misteriosa che si oppose alla Democrazia perché divenuta corrotta e mafiosa, governata dai militari  in lotta tra loro, la rivoluzione dittatoriale divenne vincente perchè garantiva  da mangiare per tutti ed un tetto.
Fidel trasformò il parlamento in un museo di Storia, della sua storia, l'egocentrismo del culto della personalità.
50 anni di dittatura comunista, missili atomici a difesa per circa 30 anni ed il rischio del 3 conflitto mondiale, solo che, sarebbe divenuto anche atomico.
Abbandonata dalla Russia negli anni 90 ed insignificante per la Cina, Cuba sopravvive con il turismo, chiusa ogni porta di scambio ufficiale, economico e culturale, con i paesi del mondo.
Cuba appare ferma agli anni 50, per i mezzi di trasporto usati e mai cambiati, pochi e malridotti, come gran parte degli edifici della Capitale.
Castro, in ogni realtà della vita ha applicato la regola del divide et impera, anche nella cultura, producendo, per la rigidità dello stile realistico, delle proprie storture ed inibendo l'arte e la cultura.
Cuba passava inosservata ed insignificante da molti anni, perché in effetti lo era nella sua direzione dittatoriale della famiglia Castro, né imperatore, né militare, ma avvocato che ha dimenticato la Legge ed il suo valore per ambizione personale.
Come i dittatori  ha accumulato ricchezze ingenti a danno della popolazione, ma oggi, che ha deciso di riconoscere gli Stati Uniti come democrazia, possiamo accantonare la polemica, per offrire gli scambi  di cui ha bisogno il popolo cubano per tornare a vivere nei limiti della Libertà eguale per tutti.
Cuba è viva, viva Cuba e la libertà.
Obama ha fatto un passo decisivo nell'aprire un dialogo formale, esso apre la contraddizione interna a Cuba che i beneficiari non siano solo i fedeli di Castro, allora per gestire il consenso e l'autogoverno della popolazione è necessaria l'onestà limitata e corretta del sistema democratico, con Leggi coerenti e rigorose.
Fidel Castro,usando l'intervento del Papa, ripropone la funzione di una autorità superiore assoluta, per avviare un cambiamento che diventa una rivoluzione non violenta ma di Libertà.
Comunque la popolazione si dividerà in conservatori e innovatori, democratici e reazionari, all'avvento di un sistema democratico coerente nella scomposizione autonoma ed interattiva dei poteri; legislativo, esecutivo e giudiziario.
La famiglia Castro potrebbe dimettersi ed avviare un consulta Costituzionale, oppure le tensione sociali si acuiranno fino alla lotta interna per il potere.
La Democrazia è l'unico sistema di autogoverno consapevole, assoluto nei principi e relativo come limitato nelle Leggi coerenti, eguali per tutti.
Anche gli USA possono considerare la dinamica dell'autogoverno democratico come uno strumento di sviluppo e crescita civile e culturale,senza interventi esterni, come la soluzione nel tempo più indicata all'espansione dell'economia sostenibile.
Ora e sempre ..X--Legio--- Italiana--Democratica---d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.