Il sistema politico- elettorale e la fiducia degli elettori. Astensione- disobbedienza.

Bo. 25. 11. 14
Il sistema politico elettorale e la fiducia degli elettori.
Astensione- Disobbedienza.

Sembra ancora uno scherzo la battuta a caldo fatta da Renzi, dove la cosa più importante è chi vince, l'effetto vittoria gli ha dato alla testa anche prima di aver vinto, al punto tale da rifiutare la protesta dell'astensione del silenzio.
Si può definire la protesta del silenzio perchè nessuno, neppure grillo ha potuto sbraitare agitando le acque torbide della corruzione per Decreto d'urgenza, oltre il 60 % della popolazione ha detto silenziosamente di no.
Lo dice in silenzio perchè si vergognano di avere dirigenti regionali e nazionali così corrotti ed incapaci da perpetuare quelle leggi inique e fasciste ancora in vigore e per il colmo della stupidità si propone con il "nazareno" un colpo di Stato moderato ed inetto, quanto codardo per il rifiuto pregiudiziale a voler risollevare l'Italia dalla crisi assai grave nella quale si trova.
Oggi le forze politiche attuali incrementano il lavoro per controllare i poveri evasori, unica crescita iniqua, mentre la crisi economica incalza l'Europa.
Renzi è davvero quell'incosciente sciocco che disprezza l'astensione e la considera secondaria.
La considerazione sarebbe corretta se vi fosse stato un incremento piccolo dell'astensione, ma il 63 % non è una astensione: essa è il rifiuto dello stato attuale clericale, dogmatico, assolutista, ottuso e sprecone, incapace e corrotto, che non sa fare politica, non sanno cosa sia una Costituzione democratica, e ci vogliono tenere all'oscuro ed ignoranti dei Principi democratici.
L'astensione è la disobbedienza civile di chi non accetta di farsi ingannare da italiani, cioè gli abitanti dello stesso paese, della stessa città o campagna, vicini di casa che tradiscono i propri amici, tradiscono sè stessi in quanto italiani democratici, tradiscono la storia dell'Unità d'Italia.
Questi Italiani moderati senza memoria storica, dogmatici, senza passato e futuro, arroganti e presuntuosi quanto pregiudiziali, nella formulazione di Principi Costituzionali assoluti.
Si può pensare che questi moderati clericali non sono Italiani nel senso storico del termine, nell'evoluzione della società, del suo sviluppo tecnico scientifico, sono coloro che usano la tecnica e la scienza senza la consapevolezza del lavoro che vi è prima, come molti scienziati italiani che reputano il popolo italiano dei paurosi perchè rifiutano la fissione nucleare ed il drogaggio come risorsa.
Questi saputoni, saccenti tali, cadono di fronte ad una semplice domanda, di matrice Galileiana; come fanno i pianeti a non fare luce, se nell'Universo vedo solo Stelle?
E se vi dicono ci sono i buchi neri e la materia oscura, potete rispondere che le favole se le raccontano ai bambini  va bene se lo fanno con le donne ed uomini sono solo dei millantatori scientifici, perchè la scienza è la Legge, ovvero la razionalità eguale per tutti, al di sopra di tutti.
Anche questo è il risultato di matrice culturale moderata o dogmatica che condiziona i riflessi mentali della popolazione più capace e coraggiosa per le sue sfide.
La scelta è moderati clericali o italiani, uniti  sulla stessa terra dei nostri padri, dei padri e delle madri nei millenni.
Ora e sempre -X--Legio --Italiana-Democratica -d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.