La cultura politica Italiana: il dogmatismo clericale. 3)

Bo. 12.6.14

La cultura politica italiana: il dogmatismo clericale.3)

A prescindere dalle apparenze politiche idealistiche propagandate dalla DC per oltre 50 anni, il dogma clericale sopravvive dietro il concetto di moderati, il quale raccoglie le diverse correnti della ex DC, tuttora funzionanti sotto diversi stendardi politici, in particolare PD e Forza Italia.
Il dogma clericale è il più antico e potente che possa esistere nelle attuali civiltà, il dogma si riassume in un concetto di base.
Il concetto è : la divinizzazione della gente comune per mezzo della religione cristiana e cattolica, per mezzo della quale si afferma che  tutta le gente diventa figlia di Dio, quindi divinità vivente se abbraccia la fede cristiana, o in quanto la abbraccia si perviene ad un domani anche dopo la morte, che è rappresentato dal paradiso.
Per coloro che non abbracciano la fede esiste l'inferno.
Il dogma è quindi un sistema premiante e punitivo, in assoluto, quindi discriminante, per l'organizzazione religiosa, che diventa come superiore alle altre in quanto giudice dei costumi e delle idee altrui.
Il dogma clericale è la divinizzazione della gente, all'opposto dell'idealismo dell'Impero Romano, ricchissimo di religione al punto che si potrebbe definire una confusione di religioni, e culti, sia particolari che generali, sulle quali spiccava il potere Divino dell'Imperatore.
Il dogma clericale della divinizzazione della gente comune o tutte le persone ,senza distinzione di classe; è tale solo se esiste una Chiesa che lo tutela e lo garantisce, come rappresentanza del dogma come legge superiore dell'organizzazione religiosa.
Per garantire la superiorità del dogma la Chiesa deve disporre di ingenti ricchezze, o ricchezze proporzionali alla crescita del numero di iscritti e praticanti, il cui fine diventa il controllo di coloro che non sono divinizzati con i sacramenti.
Il Principio è semplice, se è esistito anche un solo uomo figlio di Dio, allora tutti gli uomini possono essere considerati come potenziali figli di Dio.
La discriminante verso la Donna diventa pregiudiziale, diventa madre del figlio di Dio, ma non è lei stessa divinizzata in quanto tale.
All'opposto il dogma ideologico è il culto personalistico del capo infallibile, quasi una divinità assoluta, dove nelle ideologie comuniste compare come taumaturgico dei mali dei poveri lavoratori, per tutti i lavoratori.
I dogmi diventano totalitari ed assoluti nella forma contrapposta, quindi nulla di democratico e dialettico, ma solo gerarchico ed a senso unico.
Ora e sempre --X.. Legio .. Italica--- d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.