Renzi, Berlusconi, Grillo e la Matematica.

Bo. 3.5.14

Renzi, Berlusconi, Grillo e la Matematica.

Quando si parla di Matematica in Italia sembra di parlare di una lingua straniera, difficile e quasi incomprensibile, anzi intraducibile, per questo è bene non insegnarla troppo agli italiani/e, che non imparino cose difficili, che non imparino a distinguere con la logica matematica il vero dal falso, la realtà dalle illusioni televisive.
Sembra proprio che tutti gli Italiani/e abbiano una nuova malattia, le carenze affettive, mancano i soldi, spendere senza pensare, e la vita diventa triste se non ci fossero i comici ed i tragicomici, vanno sempre in coppia, come la matematica, di un numero solo, si sa, non serve a nulla.
Così i numeri che citano i suddetti tragicomici politici, risultano corrotti, incompleti, falsi ed illusori, e ad ascoltarli si capisce che loro di matematica economica, sia macro, come grande, sia micro, come piccola, non capiscono un granché, tranne quando estraggono il portafoglio loro.
L'Istituto Nazionale di Statistica, come osservatorio oggettivo sulla base della classificazione delle categorie e degli indici, non è più in grado di svolgere al meglio il suo lavoro, e di questo dobbiamo ringraziare  Prodi  l'ossequioso professore, con 3 pensioni pare.
Anche la mania di fare donazioni, atto di superbia pregiudiziale, dei politici corrotti, che non conoscono la matematica come metodo di lavoro oggettivo, per loro la matematica è una scienza esatta, ma con un piccolo difetto è astratta, così, con questo ragionamento fanno diventare astratto anche l'ammontare del debito pubblico, e la quota del 3 % , oltre la quale non si deve andare.
Se i politici tragicomici snobbano la matematica e la sua logica reale, gli scienziati; ai quali non tornano i conti nel misurare la realtà, come per l'energia gravitazionale, per la quale esistiamo, come natura e specie, affermano che sono necessari dei nuovi metodi matematici.
 Quante stupidità dobbiamo ascoltare, tante, che i comici sono sovraccarichi di lavoro, anzi la categoria professionale è in crescita, come quella dei donatori di beneficenza, del bel gesto, oltraggioso, perchè derivato dalle inadempienze dei loro incarichi, dagli abusi e dalle   appropriazioni indebite, come da molteplici finti incarichi.
Esiste un ordine della natura, e non è quello riduzionistico del "Vince il più forte" , lo dimostra che abbiamo costruito tanta bombe atomiche da annientare, la natura e noi stessi/e, una follia assurda che dimostra la falsità del concetto del potere assoluto del più forte, sia persona, sia organizzazione, per questo nella democrazia sono stati aboliti i monopoli, pubblici e privati, perchè sono stupidi  in sè stessi, perchè un numero solo, è la negazione della matematica reale, basata sulla pluralità eguale per tutti e diversa per tutti, allo stesso modo; sono le Leggi della natura.
Scoprire che non si ragiona, può non far piacere, ed è amaro, ma dopo poco il frutto della razionalità è dolce perché si distingue il vero dal falso,con la matematica....
Ora e sempre . X .- Legio Democratica - Italica d' Europa 

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.