Le facce del clericalismo Italiano e la cultura agnostica e libera.

Bo.28.5.14
Le facce del clericalismo Italiano e la cultura agnostica.

Oggi quando si parla di faccia, si pensa a quella di Renzi che compare quotidianamente in TV, che lui vuole spendere come se fosse una ragione valida, ed in effetti è una faccia del clericalismo, il cui principio del vincere per comandare, la dice chiara sul concetto ed il valore della gerarchia di stampo clericale.
Ma le facce sono molteplici e si possono enunciare in diverse versioni:
1) Clericalismo = moderati, conservatori della stabilità del potere ex DC, oggi onnipresente, come principio di corruzione della Democrazia  intesa come Ordine superiore del lavoro.
2) Anticlericalismo = Esacerbati, astiosi, conflittuali con tutti per il proprio interesse campanilistico od anche solo personalistico o privato, con i quali il compromesso; sono le parole che non smascherano la realtà del sistema clericale come matrice culturale e politica della gerarchia del potere. ( Destra)
3) Inverso del Clericalismo = Ideologie di sinistra, oscillano tra la credulità e l'incoscienza del presente, data una certa "ignoranza" nella quale vengono mantenuti e nutriti dal clericalismo, si accontentano di poco, anzi di quasi niente inconsapevoli strumenti, di cui la pratica è il tradimento di sè stessi e degli altri. ( Sinistra )
4) Liberi Clericali = Monopolisti di settore = Berlusconi, Agnelli, come privati; ENI, Telecom,Finmeccanica, Trasporti, come Statali.
Lo strumento non è sviluppare la società, ma soddisfare al minimo le richieste di sviluppo, per mezzo dei monopoli decisi dal clericalismo che chiede impegni precisi, nella conservazione del ruolo privilegiato e reazionario verso il libero sviluppo dei mercati.
Il clericalismo ha coniato termini politici come: destra, centro e sinistra, come soluzione manichea alle esigenze della crescita della popolazione e come surrogato della partecipazione illusoria alla definizione degli obiettivi politici, salvo poi ad essere costretti a rispettare le scelte referendarie degli abitanti.
La concezione religiosa Cattolica e Cristiana della Democrazia è un falso idealistico, i principi della religione sono contrari ed opposti a quelli della Democrazia, se vediamo gli altri paesi.
In Italia il clero ha ereditato con un colpo di mano referendario, avendo l'aiuto inconsapevole, ma non solo,delle ideologie Comunista e Socialista, il potere dello Stato Italiano da Nobili e Fascisti, ed è con rammarico che la maggior parte dei principi Fascisti è stata conservata dal clericalismo,a discapito del ruolo della Nobiltà, scarsamente poco attiva ed incolta in molte zone del paese.
Il Principio Gerarchico a senso unico è sempre stato in Italia un vincolo restrittivo, al quale si contrapponeva il Senato con i suoi limiti .
Oggi la realtà della politica è inglobata nella finzione dei ruoli, senza scopo, ma solo per emergenze, come accade per la necessaria stabilità del clericalismo come facce poliedriche di una stessa testa, non come Giano bifronte, ma doppia nel linguaggio, cioé falsa per principio, con l'obiettivo di celare dietro le conversazioni la realtà dei numeri, che nella loro classificazione viene manipolata dal clericalismo per far risultare vera una realtà falsa, che dimostra come, con la loro direzione clericale il paese Italia và sempre bene perchè stabile nella conservazione delle rendite di posizione, non nelle innovazioni.
Il Clericalismo non ha mai avuto in Italia degli avversari Democratici, di nome e di fatto, quelli di oggi sono solo una "facciata" che nasconde dietro la parola Partito Democratico la più beciera delle politiche del clericalismo moderato, il rifiuto della realtà esterna alla propria ideologia e dello sviluppo.
Ora e sempre ..X - Legio Italica . d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.