Principi clericali ed ideologici: la Libertà.

Bo. 15.4.14

Principi Clericali ed ideologici: la libertà.

Se definisco i Principi posso fare una comparazione semplice tra le ideologie ed il clericalismo; vediamo come:
1) Tutti nascono nel peccato.     A) Ognuno nasce ignorante.
2) La vita è una missione.          B) Ognuno ha una missione.
3) La vita è vissuta secondo le regole di Dio. C) Si vive secondo le regole del Partito.
4) Il servitore è schiavo.            D)  Sono servi  dell'ideale politico.
5) Il Lavoro è quello degli schiavi.   E) Il lavoro crea subalterni .
6) I peccati devono essere confessati.   F) Gli errori sono valutati dal capo.
In entrambi i casi la gerarchia sulla base di regole interne decide il valore delle cose, l'applicazione delle regole è in base alla discrezione del singolo.
Le regole sono lo strumento di controllo delle persone nella vita, non solo del lavoro, ma della vita in ogni ambito, la famiglia, le istituzioni, le assemblee di fede ( La messa) o politiche ( i congressi).
L'equivalenza è impressionante.
Possono cambiare i modi, ma la finalità è identica: il controllo totale della vita delle persone, ad esclusione del lavoro.
Pertanto, sia nelle religioni, che nelle ideologie il lavoro = rapporto  uomo -natura, non riguarda la sfera delle organizzazioni umane, sia politiche che di religione.
In entrambe il lavoro è in rapporto con la schiavitù, sia antica che contemporanea.
Il lavoro  rende schiavi come condizione di sottocultura.
La religione Cristiana nasce dagli schiavi, così come le ideologie politiche dei poveri lavoratori nascono dagli operai; esiste sempre un gruppo privilegiato che interpreta le esigenze.
Il principio della cultura religiosa ed ideologica è pregiudiziale verso il lavoro, definito strumento o condizione di asservimento.
Il 900 rappresenta il culmine delle ideologie e delle religioni, come affermazione separata della cultura tra la realtà del lavoro come mezzo o strumento di sviluppo e come strumento di asservimento, sia dell'umanità che della natura.
Il risultato di questi pregiudizi verso la realtà ha portato per tesi ed antitesi a 2 guerre mondiali.
Il superamento di queste logiche culturali perverse fondate sulla dissociazione della realtà, su base pregiudiziale deve essere superata per mezzo della democrazia come sistema di libertà, rappresentativo del lavoro e della specie umana nella sua differenza di genere. 
Ora e sempre.-- X- Legio Democratica.- Italica D'Europa. 

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.