Il metodo della dissociazione nella politica.

Bo. 6.3.14



Il metodo della dissociazione in Politica.

Il metodo attuale della dissociazione in politica è un effetto culturale del criterio di dissociazione nell'esperienza scientifica al massimo livello:la Fisica.
Stabilire cosa non è la dissociazione elimina dubbi e confusione.
La dissociazione non è il divide et impera della Roma antica,dividi gli avversari a tuo vantaggio.
La dissociazione non è la scomposizione in fattori,o scomposizione dei problemi,come in matematica.
La dissociazione non è prendere le distanze e separarsi degli atteggiamenti negativi o scelte politiche errate.
La dissociazione non è quella descritta nei termini delle neuroscienze,come scomposizione dei compiti.
La dissociazione è il presupposto o la condizione per definire un Modello di ragionamento irrazionale.
Possiamo cominciare con un esempio Politico semplice.
L'organizzazione politica,come struttura della società,ha come radice e finalità il bene collettivo.
Le organizzazioni politiche possono diventare di carattere privato,indubbiamente come accade in Italia,ma la loro finalità non è più pubblica,diventa privata di chi dirige,la cui radice ed il cui fine non sono in primo luogo collettivi.
L'organizzazione politica o sociale privata diventa un organismo che si dissocia di fatto dalle regole generali del funzionamento della società politica.
La dissociazione è nelle regole organizzative o leggi, e nel fine,il benessere della colletivita;al quale si antepone il giudizio personale,non collettivo.
Per le organizzazioni Politiche delle democrazie occidentali il giudizio di valore è espresso dalle Leggi che affidano al popolo,nella libertà di scelta,il giudizio sul lavoro e le idee delle organizzazioni politiche.
Alla regole generale segue per coerenza anche quella limitata delle singole organizzazioni.
In Italia non è più così,la dissociazione,tra organizzazioni politiche pubbliche e quelle a matrice privata, ha operato una contraddizione e simultaneamente un distacco o divisione artificiale delle regole,tra generale e particolare e viceversa,nel sistema politico.
Il principio di contraddizione, creato dalla permissività stolta del Decreto legge,usato impropriamente,da Berlusconi,che altro non è che un provvedimento eversivo delle regole generali di funzionamento della politica,come ambito di autonomia specifica,ha determinato l'ingovernabilità del paese nel medio lungo periodo.
L'effetto semplice e diretto sono i comportamenti dei politici,nel sistema informativo,i politici sono diventati le marionette dei conduttori televisivi per incoerenza e incapacità,con discorsi opinionisti personali,privi dell'analisi razionale della situazione limitata.
I conduttori politici televisivi sono diventati ,senza professionalità dei politici della comunicazione dissociativa;che separa artificiosamente le realtà dal contesto e dai principi.
Tanta confusione delle contraddizioni porta alla dissociazione,tra personale e politico con uno scambio dei ruoli.
Renzi ad esempio,fa molte proposte senza dire esplicitamente che sono necessarie nuove tasse per realizzarle,all'opposto di quello che doveva fare:la dismissioni delle Provincie,senza falsificare il ruolo degli addetti,la riduzione dei politici e la cancellazione degli abusi e degli sprechi,come dei privilegi assurdi.
La dissociazione di Renzi è quella di aver anteposto l'obiettivo al metodo per raggiungerlo.
Il metodo è risparmiare sul sistema Politico,esorbitante ed iniquo,secondo lo sviluppo.
La dissociazione è anteporre il carro ai buoi,irrazionale quindi e contradditoria.
La politica italiana,come sistema di governo che ha radice collettiva nelle elezioni libere,per scelta del deputato,è stata cancellata dal porcellum.
Renzi la mantiene,equivale ad affermare che ha paura del giudizio della popolazione italiana o cittadini/e,di cui teme il giudizio prima di combinare la manovra eversiva ed incostituzionale.
Questo è l'atteggiamento del clericalismo che dice: ti aiuto se fai quello che dico io;il ricatto personale;ovvero l'opposto della Democrazia,che non necessita di alcun aiuto,ma solo di una libera scelta,in quanto ,l'aiuto è un obbligo collettivo dello Stato  sociale Democratico,viste le esperienze totalitarie del 900 con le dittature,comuniste e nazifasciste;che hanno fatto leva sulla condizione di miseria o necessita delle popolazioni.
La dissociazione,nei suoi diversi aspetti è l'insieme di due componenti:la contraddizione e l'incoerenza,usati in ogni momento come criterio di guida,fino al paradosso,usato da Renzi,di iniziare una frase con un senso compiuto e finirla con un senza senso.
Ora e sempre . - X . Legio .Democratica . - Italica d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.