La confusione Italiana.

Bo. 5.2.14

La confusione italiana.

Si assiste tutti i giorni ad una rissa politica,equivalente ad una confusione, come costante, dell'attività politica di direzione del paese.
Succede da oltre 20  anni che si mantiene chiara l'idea che il Parlamento sia la sede di continue diatribe sterili,senza molto senso apparente,che Rai e Mediaset ci propongono come la normale attività,quando non sono quasi tutti assenti.
L'assenza di codici di comportamento sono visibili a tutti,al punto che un deputato,per assurdo,cambia perfino la sua appartenenza politica senza perdere il seggio,inammissibile nei paesi Democratici.
L'Italia è un Paese Democratico,viene da chiedersi?
Molti Deputati e non si riempono la bocca della parola Democrazia,denunciando a destra ed a manca le infrazioni o truffe,ma mai la corruzione...
Paradossale ma vero,che Grillo,non faccia dei principi il cardine della lotta alla corruzione,ma si lanci sempre contro i corrotti,come faceva Bossi.
Paradossale che i moderati non parlino mai di corruzione,ormai una parola scomparsa dal vocabolario del politico italiano,ma non dalle notizie di truffe dei politici allo Stato Italiano.
La Democrazia,ha come base un sistema di lavoro politico che estromette i corrotti,sia a livello personale che di organizzazione politica.
Quindi l'Italia non è un Paese democratico sulla base dei principi della Democrazia usati negli altri paesi europei e negli USA,Canada ed Australia.
Allora cosa significa democrazia in Italia?
Berlusconi ha inteso presentarla come Libertà,ma si è reso presto conto che parlava solo della sua di Libertà,di avere agevolazioni fiscali per Mediaset ed altro a titolo personale.
I Moderati "Clericali" detestano la parola Libertà perché implica una perdita di controllo degli elettori,come manipolazione delle idee e del consenso.
I Clericali detestano la parola Libertà se legata al Lavoro,in modo particolare,perchè implica una razionalità dimostrabile come oggettiva,cosa che invece si è affermata comunque con la tecnologia e la scienza,anche se in modo deviato o parziale.
La pregiudiziale dei clericali; è quella del'ignoranza come incapacità di capire.
Il pregiudizio è il fatto che anche se ignoranti ,vuol dire : non saper ragionare sui fatti reali.
Entrano in gioco le pressioni della paura,del peccato,della crisi,della violenza,della menzogna e della corruzione,tutto fa gioco per creare confusione,dietro la quale nascondere molteplici interessi illegali sia dal punto di vista Costituzionale,sia come Democrazia,tra cui i patti con il Vaticano.
Questa non è democrazia,ma una gerarchia burocratica della Repubblica con i principi dell'epoca Romana,e dopo della Chiesa come Stato religioso,che usa tutti i mezzi disponibili per ingannare la popolazione e finisce per ingannare anche sè stessa,sulla realtà che ci circonda.
Prendere le distanze da costoro è una difesa della propria salute mentale e fisica.
Il distacco deve trovare un momento di coesione nelle Assemblee Costituenti Democratiche,che cittadini/e democratici possono proporre e praticare.
Ora e sempre. - X Legio  Democratica . - Italica d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.