ONU : e la Democrazia.

Bo. 6.9.13


L'ONU : e la Democrazia.

L'ONU è l'assemblea dei governi dei paesi del Mondo,molti dei quali non sanno cosa sia la Democrazia come sistema sociale e politico.
Quindi possiamo dire che questo tipo di organizzazione sociale ; la Democrazia è una caratterisca Europea ,sviluppatasi in tempi e modi diversi,in diversi paesi Europei,da circa 2500 anni,prima come semplice esempio di direzione di una città -Stato,dopo degli Stati.
La cultura democratica Europea si è estesa ad altri paesi,in primo luogo agli USA,con il Canada,l'India ed Australia.
Il sistema democratico ha assunto caratteristiche diverse,pur mantenedo dei principi e delle leggi inviolabili nei paesi dell'Europa centrale,tranne l'Italia nell'ultimo ventennio ad opera di Berlusconi,che con il Porcellum ha trasformato la Democrazia.
Per quanto imperfetta la precedente forma  democratica era diretta e libera nella scelta del candidato a Deputato;con il Porcellum si è trasformata,in una Democrazia Gerarchica,non autoritaria,ma privatistica equivalente ad anteporre agli interessi della Comunità Italiana,quelli dei piccoli gruppi o organizzazioni politiche a carattere privatistico,i quali ,in modo irresponsabile,oltre non aver fatto alcun investimento per lo sviluppo della società italiana,si sono approppriati indebitamente di ingenti somme in modo illecito ed incostituzionale,per mezzo dei decreti legge.
La Democrazia Gerarchica privata ha finito per produrre per incapacità e non volontà ingenti danni al Paese.
Le Democrazie esitenti in altri Paesi Europei,entrati nella comunità,hanno caratteristiche simili a quella Italiana,ma anche quelle di altri paesi sono asfittiche nelle loro procedure democratiche.
Le Democrazie nel mondo non hanno tutte gli stessi criteri e le stesse proporzioni,non hanno gli stessi principi e le stesse leggi di base,non di costume si intende.
Il principio dell'autogoverno della società per mezzo del lavoro del deputato,delegato a sviluppare gli interessi colletttivi di tutti,donne ed uomini.
Il Principio Democratico è stato quello che ha dato il voto alle donne,nei paesi democratici,oggi negli stessi paesi Democratici;se volessero essere oggettivamente rappresentativi dovrebbero assegnare la facolta ad ogni cittadino/a di avere a disposizione due voti = per tutti :uno per una donna ed uno per un'uomo.
Questo è il Principio della Proporzionalità diretta fondamentale nelle Leggi della Natura,come della Società Democratica.
Le democrazie tribali o primitive si dissociano da molti principi delle democrazie sociali Europee ;in quanto la realtà sociale si è sviluppata in funzione del benessere materiale maggiormente a discapito dello sviluppo sociale,mantenedo invariati alcuni costumi e tradizioni tribali.
Nei regimi autoritari la mancanza di una chiarezza di fondo e della loro dimostrazione di validità,cioè dei principi democratici ha fatto prevalere forme di tipo Repubblicano,presenti ancora nei regimi,come una caratteristica della società Romana vincolata alla supremazia organizzativa di un gruppo economico e sociale rispetto agli altri gruppi più deboli.
In questi regimmi autoritari esiste sempre un carattere monopolistico delle attività industriali,così radicato da impedire la competizione per lo sviluppo,relegando la stessa industria a supporto imitativo delle altre concorrenti di Paesi esteri.
La Democrazia italiana non si è mai sviluppata nella sua pienezza e forza,sulla  base dei principi di lavoro e libertà.
Le formulazioni ambigue e contorte dei principi l'hanno resa debole al punto tale da perdere il principio di base fondamentale,da elezione diretta e per libera scelta dei cittadini : l'eletto  il deputato che deve rappresentare i loro interessi,oggi l'lezione diretta è gerarchica:si elegge il capo che ci impone dei Delegati sul territorio.
Questa è l'occupazione organizzativa della burocrazia del controllo e delle tasse,privata e priva di ogni strategia di sviluppo del lavoro,ma solo del controllo del lavoro degli altri.
L'oppressione delle tasse in Italia è una oppressione della libera scelta e libera concorrenza,dalla quale si esce solo se si cambiano i principi riducendo drasticamente una burocrazia imbelle ed incapace fatta da parte dei Politici gerarchi.
Per la democrazia,il principio di autorità della competenza e della razionalità deve prevalere sempre sulla soffocante ed abusata intrusione del controllo aprioristico e finale:libertà è anche simultaneamente responsabilità consapevole del proprio lavoro.
Ora e sempre.- X Legio.- Italica.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.