Letta ;Berlusconi : la stabilità = immobilità.

Bo. 16.9.13


Letta ;Berlusconi : la stabilità = immobilità.

Non esistono più i margini o le possibilità di lucrare sul Paese come è accaduto per 20 anni,la cui responsabilità è in primo luogo di Berlusconi ed in seconda del PD,con Prodi,Dalema e Bersani che si sono adeguati.
Nessuno dei giornalisti affronta con chiarezza oggettiva i problemi: come ad esempio la condanna Berlusconi.
La legge è eguale per tutti,in Italia è formulata da corruttibili come ;tutti sono uguali di fronte alla legge;ma siccome  con "tutti" si vuole indicare le specie umana che fa le leggi quindi la specie umana è superiore alle leggi,cioè  diventa il più forte la persona superiore che decide le Leggi con potere assoluto sopra tutti.
L'arcaismo stupido ed ignorante di chi usa la scienza ma vuole disconoscere il valore della scienza,come conoscenza certa,oltre ogni dubbio.
In tal modo si disconosce la validià universale delle leggi di natura,anche se formulate non precisamente e lacunose.
Gli scienziati Italiani non si oppongono,tacciono ed occultano le leggi scientifiche come dogmi della scienza prodotti dall'uomo,ma ciò è reale solo in parte,quindi sono pretestuosamente indegni.
Le organizzazioni politiche non hanno struttura  culturale degna di questo nome,in quanto ad ideali ed idee vi è il vuoto di proposte,come per la Democrazia,senza Principi e Regole o leggi di base per il funzionamento razionale e corretto della Società Italiana o comunità laica e razionale,a prescindere dalla fede che è personale,anche se dogmaticamente monolitica rispetto ad altre fedi,come quella Indù.
Per rimanere al problema centrale;il sistema politico fondato sul sistema elettorale del Porcellum,per mezzo del quale con decreti truffa depredare gli italiani/e.
Nessuna proposta degna di una riforma ,che si possa definire tale e Democratica,quindi chi sono gli avversari della Democrazia in Italia.
Primi tra tutti e sono tanti,i Moderati di tutte le formazioni Politche;PdL,PD,ed il movimento 5S di destra cialtrobesca e falsa negli slogan.
Le riforme Democratiche hanno inoltre un avversario culturale forte,lo Stato assoluto della Chiesa Romana,o Stato Pontificio,il quale è culturalmente avverso alla Lbertà ed alla Democrazia come pericolo per la perdita della sudditanza verso la fede che avviene per mezzo della Confessione come criterio primo  e fondante la coscienza delle persone.
Il criterio morale della Confessione è inaccettabile per la libertà intesa come consapevolezza e responsabilità del ruolo Politico e sociale dei politici dirigenti del Paese Italia.
Lo strumento della confessione garantisce allo Stato Pontificio il primato morale sopra quello Etico della Razionalità e coerenza responsabile dei Dirigenti della popolazine Italiana,questione gia affrontata dalla Chiesa Anglicana,cattolica ma non romana,nel corso del 1500-1600.con Elisabetta I.
In Italia la struttura culturale rigida e moralistica diventa il piedistallo sul quale si collocano i moderati,che finiscono per diventare persone prive di scrupoli e coscienza rispetto alla popolazione Italiana.
Casini,come Monti,farfugliano deboli dissensi rispetto alla vicenda Berlusconi,dove la Legge diventa lo strumento del governo,non la regola per governare,ecco due incapaci a distinguere coerentemente la realtà oggettiva rispetto ad interessi moderati ristretti e miopi di una piccola parte della popolazione che ha influenza maggiore solo perchè difende un criterio di valore religioso nella sua pratica affermazione.
La cultura Italiana non ha trovato una sua dimensione laica oggettiva,oppressa dal dogmatismo ideologico del comunismo e quello idealistico della religione.
Non vi sono alternative ad una difesa del Paese ,che il moderatismo clericale indebolisce e svilisce nella sua funzione di sottomissione alla Chiesa e fede religiose come valore superiore,ma non razionale ed empirico nella direzione della Comunità o società.
Letta come Berlusconi rappresentano ,nei loro criteri di conduzione quello spirito moderato,ma incoerente nel sistema di riferimento,che ha prodotto la corruzione come metodo di governo,con i decreti truffa.
La stabilità diventa immobilità di una prassi antidemocratica verso la quale non esiste opposizione,anche se la popolazione italiana si è ritirata dall'esprimenre una fiducia esprimendo il profondo dissenso verso persone affette da stupidità ed ignoranza pregiudiziale.
Ora e sempre .- X Legio  - Italica

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.