Italia : Democrazia e Libertà.

Bo. 12.9.13


Italia : Democrazia e Lbertà.

La parola Libertà suscita nella cultura cattolica italiana un brivido,una scossa elettrica nella gerarchia ecclesiastica.
Democrazia una parola dimenticata nei secoli,anzi milleni,poco usata nel vocabolario politico e scomparsa nel gergo personale dei politici.
La parola Democrazia,viene spesso usata dai cattolici ed ex comunisti come parola di circostanza,limitata il più possibile.
La parola Democrazia in forza Italia ha suscitato spesso ribrezzo,irritazione,anche dopo essere diventato popolo della libertà,che libertà politica e sociale non era,ma bensi altra cosa volgarmente detta ;faccio quello che mi pare con le cose degli altri,profittatori delle opportunità,creando spechietti diversivi con i mezzi d'informazione Rai e Mediaset.
La parola Libertà,è simultaneamente legata a responsablità,allora per certi personaggi è diventata difficile da digerire come criterio politico che deve rispondere delle proprie azioni che devono essere pubbliche e non occultate.
In Italia le parole Democrazie e Libertà sono state occultate nei loro sviluppi recenti,dal dopoguerra ad oggi,con il beneplacito di alcune intelligenze americane incuranti delle cose altrui,cioè italiane.
Oggi si scoprono le primarie interne alle organizzazioni,che di fatto mancando il principio e la legge di base della Democrazia non servono alla elezione democratica,ma all'affermazione gerarcica del capo politico,e questo diventa un arretramento culturale e politico,non costituisce il presupposto del ripristino della Democrazia la quale si sviluppa e vive in virtu degli obiettivi di sviluppo della Comunità Italiana.
Nel caso attuale,nel 2013,all'interno della comunità Europea l'Italia è quel paese che più di altri ha diritto ad essere libero da una cultura gerarchica oppressiva come quella comunista e religiosa applicata alla razionalità economica e sociale del paese.
La libertà da quelle strutture ,ovvero il sistema politico Italiano,vissuto sugli sprechi ed i pregiudizi,che ha fagocitato il libero pensiero dialettico,riproponendo forzosamente e strumentalmente vecchi schemi ideologici ed idealistici in contrapposizione,senza mai rappresentare i valori ed i criteri della Democrazia come sistema razionale.
Oggi la stabilità Italiana è definita dall'ignoranza volontaria e pretestuosa verso il significato concreto della Libertà e della Democrazia,come modalità di autogoverno della comunità consapevole e composta da cittadini/e coscienti.
Quali riforme si aspettano i paesi Europei lo sappiamo,di democrazia e Libertà,per gli italiani;ma con grande rammarico vedo tre formazioni nessuna delle quali ha garantito agli Italiani/e l'obiettivo appena definito.
Grillo,Bersani e Berlusconi,tre leader magnoni,come si dice a Roma ,imitando Alberto Sordi nelle sue satire.
L'Italia stà scivolando lentamente nel declino che solo una nuova formazione politica democratica per principio e per regole potrebbe risollevare.
Ora e sempre .- X Legio _ Italica e Democratica.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.