PD senza Democrazia.

Bo. 31.8.13

PD senza Democrazia.

L'Italia è certamente una Repubblica,ma per essere anche una Democrazia sono necessari due requisiti principali: l'elezione diretta e proporzionale dei Deputati e la definizione di principio e di legge che la base della Democrazia è il lavoro e la libertà,entrambe limitate dalle Leggi eguale per tutti i cttadini/e.
Il cardine è il rispetto delle regole derivate dall'esperienza oggettiva della società,definita in Europa ed in America come " Capitalistica" in quanto considera la terra,cioé il Pianeta come un capitale a disposizione della Specie umana.
La società Capitalistica è fondata sul concetto di lavoro laico,come razionale e libero,come innovatore per mezzo della scienza e della tecnica.
Il lavoro oggettivo è il lavoro dello scienziato che procede con la definizione delle unità di misura oggettive della realtà,condivise da tutti,come strumento per spiegare la natura nelle sue Leggi interattive e di Base.
Se la scienza è arretrata o lacunosa lo è pure la società e di conseguenza nascono problemi di coerenza culturale,politica ed economica,in quanto i conti non sono esatti.
La situazione italiana è paradossalmente e simultaneamente avanzata ed arretrata.
Avanzata nelle tecniche,arretrata in tutti gli altri settori della società,perchè organizzata gerarchicamente sul presupposto o pregiudizio che sono gli uomini a decidere quali sono le leggi valide per tutti,un delirio di onnipotenza.
Il secolo trascorso è così pieno di scoperte che diventa facile perdersi nel labirinto dello spettacolo affascinante della natura,tra infiniti colori e dimensioni geometriche.
Perdersi è facile se si decide culturalmente come unico valido presupposto la contradditoria teoria della Relatività,con la definizione del suo secondo postulato,se lo si legge in un Italiano corretto e non sotto l'idea della tecnica esplicativa del momento.
Così è il PD : incapace di definire quali siano i principi per governare una Comunità o società capitalistica avanzata,sgomberata dalla religione cattolica nel suo aspetto confessionale che da mille anni produce danni al paese ed alla razionalità sociale collettiva.
Così la sceneggiata delle elezioni dirette ed interne al PD con le primarie si trasforma in una recita senza soggetto :la Democrazia,ma con le basi dei decreti truffa ed una società regolata dai principi economici del fascismo di Mussolini.
Il PD è composto di grigi gerarchi,come i sindacati ideologici,dove tutto scompare in una confusione di parole irrazionali ed incompetenti.
Il PD è un partito burocratico e gerarchico che ha fatto dello sviluppo del controllo burocratico e di organizzazione politica la strategia di manipolazione ed accettazione dei criteri Berlusconiani per 20 anni.
Il PD non è in grado di governare se non definisce nuovi e chiari i criteri della democrazia Italiana,che devono legarsi a quelli Francesi,Americani ed Inglesi in primo luogo.
Ora e sempre-- X Legio - Italica

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.