Sindacati:l'obbedienza al governo di CGIL e CIS e UIL..

Bo. 22.6.13



Sindacati : l'obbedienza al Governo di CGIL e CISL e UIL.

La possiamo definire la parata ossequiosa delle ideologie povere di fronte al potere,perchè è così che hanno vissuto i settantenni dal dopoguerrra ad oggi;la politica ideologica è la testa pensante,il sindacato sono le gambe e le braccia della Forza politica ideologia.
Le maggiori forze politche ideologiche: Comunisti e Cristiani,si ritrovano in piazza ma senza la coerenza e la dignità di denunciare le truffe dei governanti,il malcostume,gli sprechi e le appropriazioni indebite di coloro che sono al governo e non vogliono ,ovviamente,assumersi le  loro responsabilità;proprio come fà Berlusconi sul piano personale.
Vi è una sintonia,asincrona nelle vicende Italiane.
La CGIL non denuncia il malcostume del sistema politico,difensori della classe operaia,quindi manifesta per finta,una farsa parata contro le ingiustizie,commesse dalle due ideologie,Cristiana e Comunista,così è la CISL,ma era cosa già nota la loro propensione all'obbedienza come regola.
Come definire la CGIL,che non si occupa più della libertà del lavoro,una organizzazione fine a sè stessa priva della ragione essenziale per la sopravvivenza di un sindacato;la difesa degli interessi del Lavoro,dipendente,pubblico e privato,che in Italia non è mai stato unificato,nelle regole e nelle classificazioni.
La legge del mercato non è una regola,in Italia,chi sbaglia paga.
Così facendo si stà distruggendo le risorse naturali del paese,quando nel mondo stanno diminuendo le risorse naturali.
Questà è stupidità pura dei nostri governanti,i quali pensano solo alle loro poltrone per poltrire di chiacchere,compreso il movimento buonista 5S,che in realtà approfitta del malcontento verso il malcostume pregiudiziale del sistema politico per proporsi come miseri servitori dello Stato.
Le parole roboanti di denuncia di Grillo,come quelle di Bossi  di 20 anni or sono, si infrangono nel vento,mentre il movimento trasportato dalla corrente si dirige dalla parte opposta,hanno visto che in parlamento la vita trascorre tranquilla e senza fatica,guadagnando molto ,anche se ridotto lo stipendio.
Dico ciò perchè il Movimento 5S ad ora non ha fatto una proposta chiara e Democratica sulla legge elettorale,necessaria ,urgente e strategica.
I Sindacati vanno in piazza a manifestare per cosa non si capisce,se non per dare una spinta al governo che soffre di immobilismo,assurdo ma vero,hanno già la faccia abbronzata i sindacalisti dalla faccia mascherata,non intendono difendere il lavoro e i lavoratori,ma solo la loro organizzazione ideologica che perde la coerenza del fare per i lavoratori.
Da sempre i lavoratori sanno che le organizzazioni gerarchiche eludono i problemi della base,affascinati dalla seduzione del potere,stolti e sempliciotti sperano che l'Italia si riprenda ad opera di coloro che per 20 anni l'hanno affossata.
La peggior specie di professione è oggi quella del Docente universitario,per fama di infingardaggine ed incapacità al raziocinio; in crisi di realtà e di consapevolezza perchè anche nella scienza i modelli sono ideologici, distaccati dal sistema reale della natura,ma nessuno di costoro accetta di esaminare altre proposte legittime e coerenti,in nome della loro posizione di potere,ma non dell'etica professionale scientifica,costoro non possono essere classificati tra gli uomini direbbero Vittorini e Levi.
Come non possono essere definiti uomini coloro che dirigono i monopoli,contro tutte le leggi del mercato libero e della concorrenza,rimangono i piccoli e medi imprenditori come artigiani e l'esercito nella sua formazione aerea,marittima e di terra.
Questo gruppo sociale,oltre tutte le malversazioni burocratiche regge ed ha retto,lo possiamo considerare la decima legione invicta della Repubblica Romana,senza lo strumento moderno della Democrazia scientifica,proporzionale,diretta ed efficiente senza la quale non vi è futuro per l'Italia ,ma posso dire,anche  per il pianeta;dove ogni popolo è garante nella sua sovranità territorile,sede da millenni di una specifica civiltà.
L'Italia è il crocevia tra il nord ed il sud del pianeta.come tra l'est e l'ovest,diventa il perno per l'Europa con la sua "gamba" se avvia un nuovo corso del sistema politico che si chiama Democrazia scientifica,la cui legge naturale è uguale per tutti.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.