La leggi della democrazia:

Bologna 14.12.12

Esistono delle leggi proprie della Democrazia?

La funzione di leggi proprie di una organizzazione "democratica" hanno il compito di stabilire i limiti stessi del sistema democratico.
Esistono leggi al di sopra del Sistema,che sono più generali e lo governano?
Penso di si,ed esse derivano dalla natura delle cose o della materia.
La prima è una legge di Proporzionalità delle masse.
La si ricava dal fatto che la natura è formata da ( elettroni e protoni ) = nuclei ;il cui rapporto tra le masse è definibile e definito convenzionalmente: come 1 a 1837:
La proporzionalità oggettiva consiste nel fatto che la realtà,e quindi anche la specie umana,dipende da questo rapporto o interazione,rapporto che esiste in tutti i sistemi Gravitazionali.
(Foto di Mariella Gogna)
La seconda legge è quella del bipolarismo per la quale esistono sempre cariche opposte.
Quindi esiste una rappresentazione della realtà che ha funzione opposta ad un'altra,le quali però si attraggono,nella realtà.
In politica è proprio così :sembra si respingano ad esempio ( Berlusconi e Bersani ) invece si attraggono,(come lo era Bertinotti con Berlusconi);quindi nulla di nuovo per chi servile vuol essere per interesse gretto di organizzazione e personale.
Terza legge del Sistema : ogni interazione della natura si fonda sull'equilibrio tra due Forze opposte.
Ogni particella ha la sua sfera di spazio "libero",che la circonda ,ed è priva di altre forze.
Esistono in Democrazia altre forze opposte che non fanno mediazioni con Berlusconi quindi la terza legge è dimostrata.
La natura si fonda su di un principio di economia nelle interazioni; vale il principio di minima azione.
Trasposto in Democrazia significa che: ogni azione deve essere fatta con il minimo di lavoro necessario,senza eccessive ripetizioni burocratiche della stessa.
La legge della Democrazia è quindi riassumibile come la legge degli equilibri,non esiste un dare senza un avere.
La legge degli equilibri si fonda sulla proporzionalità delle cose della natura,quindi anche della Democrazia.
La libertà è una libertà asintotica,esiste solo dentro i confini del Pianeta Terra;limitata e regolata.
La libertà esiste ed è finita nel suo carattere,ha limite inferiore e superiore;il limite della libertà è la Democrazia,sia essa massima o minima,nella sua rappresentazione diretta ed univoca:
Un lavoro,un Deputato,un Parlamento Democratico.
E' la legge della natura semplice,diretta efficiente, con la minima azione "di Legge".
Questa sia legge universale del sistema Gravitazionale Relativo e Democratico

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.