FURBONI, FURBETTI E FURBASTRI NELL'ITALIA.

Bo. 1. 11. 2018
                    LA POSIZIONE DEL SISTEMA POLITICO ITALIANO SULL'ITALIA.


FURBONI, FURBETTI E FURBASTRI NELL'ITALIA DEL DOPOGUERRA.

Indubbiamente il crollo del regime comunista sovietico si intreccia con il crollo del sistema clericale o democristiano/ comunista dell'Italia, crollato per corruzione endemica.
I furboni che hanno ereditato la Prima Repubblica, quella caratterizzata dai monopoli economici di Stato e Privati, hanno cambiato solo le sigle politiche invocando, Veltroni, D'Alema,Casini, Prodi e Berlusconi alla conquista del monopolio dell'informazione, cioè il controllo della RAI.
I furboni,hanno prodotto i furbetti, della corruzione, che si accontentavano delle briciole, ma quando ciò non è stato più sufficiente per l'incalzare della crisi economica, che Berlusconi nega sempre quando governa lui, come Prodi, mentre invece D'Alema la enfatizza, " per gioco delle parti", in realtà, la crisi esiste, ma la falsità della cultura clericale con il suo monolitismo egocentrico, oggi virtuale, la cancella come possibilità, edecco arrivare i furbastri come Renzi, Grillo, Salvini ed il " burattino " o quasi Di Maio e Di Battista.
Renzi è il furbastro politico, che con Berlusconi propone un quasi colpo di Stato con l'abrogazione del Senato e le elezioni dei fedeli politici,cosi dopo assistiamo al crollo della politica, come falsificazione della realtà democratica, e vista la perdita dei consensi al sistema Repubblicano clericale, per assenteismo, abbiamo una rivalsa dei furbastri dell'economia,Salvini,Grillo, Di Maio, soldi per tutti i disoccupati e non, pensioni anticipate e misure restrittive per gli occupati, aumento del costo della vita.
Perchè la proposta economica del reddito di cittadinanza, come proposta è falsa e non combatte la diffusione della miseria nei ceti sociali operai.
Primo: perchè l'ufficio per la mobilità e l'occupazione non è una istituzione unica del mercato del lavoro; secondo perchè non si concede un reddito al disoccupato, sembra un premio, ma un sussidio contro la povertà.
Il Reddito di cittadinanza è una arroganza da furbastri, che non funziona sulla base degli uffici di stato per il collocamento, in quanto il mercato del lavoro, fondato sulla libertà di proposta ha promosso molte agenzie, visto che lo stato era assente.
Le proposte di  soldi a pioggia per i furbi, che non riceveranno mai tre proposte di lavoro dall'ufficio di collocamento e saranno a carico dei lavoratori/trici dell'Italia, come pure gli evasori fiscali, per furbizia o per necessità, avendo Salvini fallito la semplificazione delle tasse,come diceva lui.
Sembrano tutti dei dottori al capezzale del paziente, ma non sono altro che caporali di giornata, che non capiscono la realtà e neppure le conseguenze delle loro azioni così ambiziose, ma senza gambe reali, o soldi, se non li prelevano dai dai lavoratori, aumentando la povertà diffusa e premiando gli evasori ed i furbastri.
Grillo d'ora in avanti si può anche chiamare  " volpillo"  insieme di volpe grillo, che mente sempre perchè non sa fare nulla se non urlare,come faceva prima di lui Bossi, il furbone, furbetto....
Di Democrazia nessuno di costoro ne parla, evidente che la razionalità del lavoro non gli appartiene come cultura, ma neppure la razionalità efficiente, ma piuttosto la burocratica inquisizione della tassazione sul reddito da lavoro, una pregiudiziale verso il lavoro, la libertà che esso comporta, in nome della gerarchia potenza dell'ignoranza dei caporali, religiosi e laici  dell'Italia di oggi...

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.