NAZIONE EUROPA E NAZIONALISMI.

Bo. 20. 5.  17

                                             SPECIE UMANA  = SPECIE NEUTRALE.

NAZIONE EUROPA E NAZIONALISMI.

L'unità dell'Europa è possibile solo se si afferma oltre ogni ragionevole dubbio una cultura universale della DEMOCRAZIA, COMPLEMENTARE E SUPERIORE ALLA REPUBBLICA.
Diventa difficile pensare una unità nazionale tra Paesi storicamente maturati da esperienze diverse, quanto drammatiche del 900, con l'affermarsi di ideologie, razionalmente incoerenti con lo sviluppo delle società, in quanto negavano tutte la libertà di pensiero e di parola, tranne l'Inghilterra e parte della Francia.
Le Costituzioni nazionali più arretrate sono quelle rimaste invariate o quasi dal dopoguerra, come quella Italiana, cambiata a colpi di referendum, oggi abusato anche per un colpo di Stato come la proposta Renzi-Berlusconi del 2016.
La Nazione Europa, composta di etnie diverse può ricomporsi solo sulla base di PRINCIPIO DI SIMULTANEITA', TRA DOVERI E DIRITTI, PROPORZIONALMENTE RIPARTITI DA EQUILIBRI NUMERICI DI CITTADINI E TERRITORIO.
Già l'Italia è arretrata per chiusura, cementata logiche contraddittorie della Costituzione, vincolata dalla sconfitta militare politica delle ideologie, ma ancora conservativa della rendita di posizione privilegiata.
L'Europa è quindi il crocevia dello sviluppo " mondiale", come centro della cultura più avanzata in termini scientifico tecnici, ma anche la più conservativa nei ruoli sociali della rendita di posizione e nelle concentrazioni di  ricchezza, che limitano lo s viluppo dell'Europa stessa.
Uno dei vincoli di rendita sono le religioni con ambizioni politiche, le quali diventano ideologie anguste ed incoerenti quanto pregiudizialmente ritengono sè stesse superiori al sistema Democratico stesso nei suoi Principi e Leggi eguali per tutti, si veda l'Italia come è governata, 70 governi in 72 anni, l'assurdità politica dell'incoerenza fatta Legge costitutiva del paese.
Tale contraddizione si risolve, come le altre  presenti, con la definizione dei Principi Costituzionali validi universalmente, in tutto il Pianeta.
La tutela della Natura come condizione necessaria e sufficiente alla vita delle specie umane, animali e vegetali.
L'etica naturale impone una revisione e rifondazione del pensiero evoluzionista di Darwin, carente ed incoerente con la logica oggettiva delle specie, sia animali che vegetali; da cui risulta che la specie umana è SPECIE NEUTRALE, CON ciò che ne deriva.
La natura considerata da molti scienziati ed ufficialmente, in termini formali, fondata sopra quattro interazioni, in realtà si concretizza in due Modelli; la Relatività R. e G: come la Meccanica Quantistica, riduttivi dei principi ad una cola componente: l'elettromagnetismo, che non soddisfa neppure tutte le interazioni dei metalli.
In queste Istituzioni è fatto divieto di fare esperimenti che vanno oltre le logiche del 900, da cui è scaturita la fissione nucleare come primo risultato " infantile", rompere il salvadanaio della natura.
L' Italia con il referendum del 1987 ha bocciato questa cultura, ma è vietato proporre esperimenti diversi per i studenti, e dopo si diventa troppo plagiati.
La scienza Fisica è diventata la somma di tecniche approssimative sempre più raffinate, i cui risultati sono importanti solo se si osserva la realtà naturale nel suo insieme di base.
L'Europa  quindi può trovare una unità logica di pensiero razionale delle Istituzioni, come lo Stato sovranazionale Europeo se definisce i Principi coerenti dei doveri e diritti, la contribuzione e la libertà di esprimere le proprie idee, diverse come regola e principio della dialettica democratica, dove la soluzione non è compromesso ma obiettivo eguale per tutti.
L'Italia dei compromessi è il paese della corruzione per Legge delle contraddizioni, impossibile che possa essere di esempio, anche per il ruolo politico del Papa e della chiesa divenuta Stato, contro ogni progresso e sviluppo della società, ma solo per pochissimi.
La cosa è scientificamente impossibile, governare il Pianeta significa che tutti conoscono le Leggi e comportamenti conseguenti, come dimostra lo sviluppo tecnico, dagli elettrodomestici all'automobile, dove solo gli stolti pensano si possa vivere senza conoscere le tecniche.
La natura è per Principio e Legge, l'insieme delle tecniche di base, formulate con le logiche e le matematiche oltre che il linguaggio comune.
L'Europa attende un lavoro grandioso per tutto il Pianeta, dove una nuova classe dirigente si afferma sulla base di una cultura interdisciplinare, oggi scarsamente esistente, sono gli scienziati, che si devono liberare del vestito dogmatico del sapere dagli altri cos'è la realtà.
Così è per l'Europa, anche della Brexit, comprensibile per le sue ragioni democratiche. 

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.