LA CRISI DELLA SOCIETA' ITALIANA: IL CLERICALISMO TOTALITARIO EGEMONE.

Bo. 21. 2. 17
                                       SPECIE UMANA  = SPECIE NEUTRALE

saggio di Mauro Mezzetti Sforza,edito Amazon Euro 1,99.

LA CRISI DELLA SOCIETA' ITALIANA: IL CLERICALISMO TOTALITARIO EGEMONE.

Il fatto che viene negato in tutti i modi e censurato è la crisi dell'incapacità del sistema culturale religioso trasferito alla società, prima con la Democrazia cristiana oggi in tre forme principali: P.D.  ed F.I. con M5S, tutti controllati dal clero politico e tutti fallimentari nella direzione del paese.
Vi è una crisi di principio della popolazione verso il sistema politico fondato sul potere della repubblica, ovvero del gruppo politico più forte, ma non capace. 
L'Italia nella sua arretratezza non ammette idee diverse ed opposte ai falsi principi democratici, mentre salda rimane l'idea della repubblica come la Legge del più forte:il "Pontefice massimo" ,termine ereditato dall'impero romano con significato "metafisico".
In realtà la sconfitta delle ideologie popolari e del lavoro dipendente sono state sconfitte in nome del sistema che garantisce la libertà collettiva come base principale della società = cioè il sistema democratico.
In Italia le opposizioni laiche e di libertà democratica non sono mai esistite come gruppo sociale e politico autonomo dalla cultura religiosa del cristianesimo, che nega l'esistenza di idee diverse dalla gerarchia del pontefice.
L'egemonia culturale del cristianesimo è stata esercitata, per 70 anni, con la censura e l'isolamento  dai paesi amici/nemici di sempre, i quali hanno sviluppato forme di economia sociale solidale e proporzionale avanzata, verso tutti i ceti sociali, ma non priva di problemi.
La dinamica economica del mercato ha come base la libertà di competizione, entro limiti indiscutibili che sono quelli della scienza attuale, o modello standard.
In Italia i mercati principali, auto ed informazioni sono controllati da una sola società, la Fiat e Mediaset,che decidono i contenuti e censurano il resto.
Lo sviluppo della ricerca si è fermato alla fissione e drogaggio della materia.
Nelle società questo sviluppo culturale è divenuto la base di imitazione del sapere, ma chi detiene la conoscenza poliedrica è ancora l'Europa.
In Italia il cristianesimo avversa la cultura oggettiva della scienza, ma usa le conoscenze tecniche per opprimere e ricattare la popolazione con pressioni indebite e falsificazioni illecite, come le informazioni  sul sapere, le contraddizioni della Costituzione italiana, che la rendono inutile, ed altre spese indebite.
La delegittimazione di queste falsità, nell'Italia, dove esiste un clima incontrastato di cultura cristiana tacita, non più diretta, ma come ha fatto Renzi con Berlusconi, tesa alla controriforma con un colpo di Stato Repubblicano ma antidemocratico, contro il sistema elettivo e la falsa divisione dei poteri, causa prima di 70 governi in 70 anni, cioè l'ingovernabilità normale del paese.
Le menzogne imperanti son il preludio ad una crisi senza uscita per tutti, dove il pregiudizio vince sulla realtà ed il cristiano diviene anti- italiano ed anti- europeo con politiche assurde verso le società del Pianeta, a favore di sconosciuti e contro la popolazione italiana stessa, come l'accettazione di qualsiasi tipo di immigrazione illegittima, giustificando, in tal modo, ciò che è illegale per il nostro stesso modo di vivere, l'invasione, che non prevede richieste.
Il sistema democratico, nella sua organizzazione razionale e sistemica è l'unico modo di organizzare la società usando al massimo tutte le risorse ed energie attive della società, ma esso si fonda sull'onestà del lavoro misurabile da tutti nello stesso modo, l'integrità dei deputati nella loro funzione, e le opere svolte.
Dopo 25 anni Berlusconi ha il primato, con Prodi ed altri, di incompetenza.
Delegittimare un sistema politico falso, quello attuale, che dura da 75 anni, nella sua forma, diventa una necessità logica e razionale,quanto laica e di libertà dal clima delle ideologie di cui siamo stati vittime nel 900.
A tal fine le Leggi ed i Principi delle Democrazia sociale sono la base di  una nuova società, che riequilibra la vecchia improntata sul monopolio di Stato e privato, senza Libertà .

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.