TRAGEDIE SISMICHE.

Bo. 26. 8. 16

                                         SPECIE UMANA  =  SPECIE NEUTRALE
In vendita presso Ubik  Bo.  Euro 3.


TRAGEDIE SISMICHE.

Gli scienziati non scoprono nulla di nuovo.
I governi non fanno nulla di nuovo, come le sovvenzioni per case antisismiche.
Pare che i cristiani in fondo della famiglia e della vita, che non sia quella della loro organizzazione ed adepti, non diano molta importanza, da oltre 70  anni di governo dei clericali, di sinistra, centro e destra.
Considerando che il paradigma culturale delle ideologie; cioè falsa razionalità delle idee, accomuna tutte le formazioni politiche dell'ottocento e novecento, liberismo, socialismo, comunismo, fascismo e nazismo, come principio pregiudiziale verso coloro che la pensano in modo diverso dalla gerarchia al vertice.
L'esecuzione degli ordini si sà non è mai completamente coerente,da cui nasce la burocrazia, perfezionista, sia in positivo che in negativo per tutti i cittadini.
Il Principio su cui si fondano le ideologie è la falsificazione della Democrazia, negazione o plagio delle informazioni, contro la libertà consapevole e coerente di scelta di delegati vincolati dal mandato, in modo assoluto, chi vuole cambiare prima si dimette, come usano le democrazie occidentali.

Come accade in Italia dal 1948, col servilismo delle ideologie politiche a quelle religiose con la D.C. alla guida del paese, per contraddizione non può esistere una fede cristiana coerente con la democrazia o libertà di idee e di confronto.
Ogni religione è dogmatica ed in quanto tale egocentrica e visionaria, quindi incapace di una visuale dialettica dei processi sociali di cambiamento, li ostacola,li annulla  e li nega, quindi vediamo l'Italia retrocessa con passare del tempo.
I terremoti sono una costante della natura,verso la quale nulla si fa per il fatalismo fanatico del clericalismo, che accosta le sventure con l'azione di un Gesù, e forse Dio.
Le vittime non sono descritte nelle loro condizioni, ma viene usato un caso particolare per fare leva sul sentimento di solidarietà umana verso chi è vittima, in una società che nega i problemi sociali gravissimi dei disoccupati senza futuro di pensione, dopo 25 o 30 annidi lavoro, mentre oggi chi  20 anni or sono è andato con 25 anni di anzianità in pensione, percepisce un reddito dignitoso.
Oggi la discriminazione verso i cittadini è il consenso al progetto di colpo di Stato di Renzi, antidemocratico, come quello di Berlusconi che per finzione sembra ostacolarlo.
Se i cittadini/e non aderiscono sono puniti con le malversazioni delle tasse inique, le più inique d'Europa proporzionalmente, le accuse di menefreghismo e la tacita negazione dei problemi di consenso.
Così gli interventi attuali per fronteggiare l'emergenza appaiono adeguati nell'immediato, ma non nella prospettiva, perchè l'esempio dell'Aquila insegna che il centro storico è stato abbandonato, non recuperato e neppure ricostruito, se non per pochissimi edifici a distanza di anni.
Ciò significa perdere delle aree naturali utili per la produzione locale e forse anche di più.
La possibilità di ricostruire dipende dalla ricerca di soluzioni tecnicamente efficaci ed utili al mercato ed in questo lo Stato italiano con L'ISTAT adeguato all'occorrenza sarebbe utile per fornire indicazioni chiave per lo sviluppo.
Le tragedie lasciano un segno profondo nella vita personale e familiare, oggi anche in quella sociale vista la negligenza dei Governi che passata l'emergenza ed il clamore della tragedia rimangono prigionieri dei loro clientele corrotte ed incapaci.....
La Democrazia è la soluzione.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.