SISTEMI DEMOCRATICI.

Bo. 3. 7. 2016

                                               SPECIE UMANA = SPECIE NEUTRALE
IN vendita presso Ubik Bologna, Euro 3,00.

SISTEMI DEMOCRATICI.

Gli attuali sistemi democratici, anche i più coerenti sembrano non rappresentare in modo coerente e sufficiente le esigenze delle popolazioni, sia sviluppate che arretrate.
 La Democrazia intesa come il governo del popolo sulla base di scelte definite e chiare appare oggi assai difficile data la complessità dei problemi e delle esigenze.
Il fatto rilevante rispetto al passato è la novità dell'economia prima senza esaurimento, oggi limitata e con diminuzioni naturali che evidenziano i limiti della natura rispetto ad una crescita numerica e dei bisogni che appare sempre in aumento.
Storicamente si verifica che le popolazioni più arretrate sono attirate dalle aree più sviluppate, come Europa ed America che fanno della libertà un valore assoluto, senza assumersi la responsabilità delle loro azioni, che sono limitate e carenti.
La crisi mondiale si avvicini a dei nodi fondamentali, perchè le popolazioni con il loro aumento sanciscono il limite dell'autorità gerarchica irrazionale, che non conosce o rifiuta le Leggi della natura come base per la sopravvivenza della specie umana.
LEGGI DELLA NATURA E LEGGI DELLA SOCIETà DEMOCRATICA.
 SONO UNA EQUAZIONE D'IDENTITà.
LE LEGGI DELLA NATURA:
1) Proporzionalità e quantità, vincolate nei limiti.
2) Scomposizione delle funzioni, come i tre stati della natura, solido, liquido e gassoso, abbiamo, le proposte di Legge, la definizione della Legge e la coerenza della Legge rispetto ai principi Costituzionali.
I Principi Costituzionali sono identici a quelli naturali:
A) Libertà  " asintotica" limitata.
B) Democrazia = fusione dei componenti nella società, i quali devono interagire per risolvere i problemi, tra popolo e dirigenti la definizione dei problemi è la possibilità di risolverli.
C) Il Lavoro possibile come funzionale alle esigenze della società.
D) La società ha base comune nel linguaggio e cultura  omogenea della produzione.
E) La storicità della società si presenta come la base per gli sviluppi possibili nel rapporto cittadini/e consapevoli delle Leggi della Natura che si autogovernano come accade in Democrazia.
La falsificazione di questi parametri risulta essere in funzione del pregiudizio di alcuni gruppi, ignoranti e pregiudiziali le Leggi della Natura che pensano di poter governare per funzione gerarchiche personali, indipendentemente dalle Leggi, che sono manipolate a loro piacimento, si veda: Berlusconi, Renzi ed il M5S, elemosinieri del popolo commerciale.
La Libertà Democratica si contrappone ed è complementare alla Democrazia del lavoro, due aspetti doppi, che completano l'orientamento dei 4 punti cardine delle direzioni possibili.
Ciò che manca oggi sono le conoscenze di base delle leggi Naturali dalla Fisica classica ad oggi, che si sono dimostrate incoerenti ed insufficienti, per  motivi di egocentrismo,a partire da Newton ed Einstein, il cui orientamento culturale era monolitico ed egocentrico nel ruolo del singolo personaggio, come genio al di sopra degli altri, non come prodotto delle esigenze della società, e perno dello sviluppo della libertà del lavoro per mezzo della Democrazia come sistema che  ha come principio assiomatico il rispetto per l'intelligenza razionale, distribuita in diversi gradi in tutta la società se esiste la democrazia della libertà e del lavoro razionale come guida e governo degli abitanti tutti.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.