"ONNIPOTENZA" ILLUSIONE TECNICA E COMPLESSO DI SUPERIORITA'.

Bo. 6. 5. 2016

Edito Kindle Euro 1,99.

"ONNIPOTENZA" ILLUSIONE TECNICA E COMPLESSO DI SUPERIORITA'.

La nostra epoca storica, che inizia dalla costruzione della bomba atomica, ha delle caratteristiche radicalmente nuove.
La potenza della bomba atomica è stata una scoperta imprevista e terrificante.
La scoperta che la natura possieda una forza d'interazione così grande, ed anche maggiore della fissione, è ancora inesplorata ad oggi.
La ideologie politiche, anche la riduzione del sistema democratico ad ideologia, ha trasformato la tecnologia atomica in uno strumento di autodistruzione illimitata, in primo luogo verso noi stessi.
Posta la condizione consapevole dell'autodistruzione dell'umanità, maturata il 20 anni di guerra fredda, dal 1945 al 1965, ci siamo arenati in una condizione di stallo culturale.
La stasi culturale e scientifica è stata dovuta alla devianza prodotta da nuovi strumenti di vita, gli elettrodomestici ed in cima le trasmissioni televisive.
L'effetto delle visioni reali per mezzo tecnico, TV, ha permesso al mondo di entrare in casa di ognuno, ovvero solo le informazioni controllate di esso.
Tutte queste tecnologie elettriche hanno incentivato una idea di onnipotenza tecnica per mezzo della quale dominare la natura.
Il dominio sulla e della natura è apparso come una realtà possibile, solo se si negavano i disastri artificiali prodotti dalle tecniche.
L'incentivo a produrre tecniche dannose non veniva disincentivato in molti paesi ma trasferito altrove.
La nostra economia non ha mai definito limiti assoluti alle tecniche, cosa che dovremo fare presto.
Gli strumenti di misura, potenziati, come i microscopi ed i telescopi, hanno incentivato l'illusione di potenza negli scienziati, istruiti al dovere di ricerca, solo per direttiva superiore o gerarchica, come in Italia in particolare.
Questa limitazione della libertà di ricerca, dovuta in parte alla paura dei dirigenti, ma anche politici, ha determinato l'estendersi dell'illusione onnipotente, enfatizzata dalle trasmissioni Televisive e dalla cultura pedissequa dell'autorità.
Lo sviluppo caotico ha mirato all'estensione massima dei mezzi tecnici,senza esaminare le conseguenze di una fretta o ambizione smisurata.
Oggi sappiamo che i confini del Pianeta sono limitati, sia per i ricchi che per i poveri, e se 7 miliardi diventano poveri il disastro è sicuro.
L'onnipotenza illusoria confida che un intervento risolva i problemi:nulla di più errato.
Come pensare che tutto il mondo è un paese e che tutti possono andare dove gli pare senza permessi, ora che abbiamo conquistato il pianeta con le tecniche.
Il concetto di onnipotenza risulta evidente nelle religioni, che si appropriano di ruoli ed idee trasformandoli in dogmi statici.
Nulla di più pericoloso per le civiltà; i dogmi creano dipendenza e plagio, pregiudizio sulle cause reali, perciò dannosi per tutti, come li ideologie del passato.
Il passato insegna degli errori, ma il passato non esiste nel presente, quindi i termini di razzismo sono inappropriati e fuori luogo di fronte alle trasformazioni di oggi con migrazioni straordinarie di grandi proporzioni.
L'informazione distorta produce danni gravi a chi la subisce.
Il delirio di onnipotenza, sia ideologico che ideale è quello di pensare al bene supremo di tutti come ideale,senza affrontare i problemi reali nella loro specificità.
Xma Legio  Italiana  d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.