LA POLITICA AMORALE ITALIANA = SISTEMA.

Bo. 26. 5. 16
LA POLITICA AMORALE ITALIANA = SISTEMA.

Come sia accaduto che  una società sviluppata industrialmente e tecnicamente si sia involuta e sia  divenuta una società gerarchica ed anti democratica, cioè priva dei principi fondamentali e delle Leggi della Democrazia parlamentare?
In primo luogo il clericalismo da religioso è divenuto dottrina politica dogmatica, senza una coerenza razionale, anzi all'opposto ha fatto della falsificazione delle razionalità democratiche un criterio di azione costante.
Le strutture economiche del Fascismo sono rimaste invariate, ancora oggi, INPS, e Monopoli di Stato come ENEL;con il consenso dei partiti ideologici, tutti, da liberisti a comunisti fino ad oggi, pur con vestiti nuovi della politica, il trasformismo, non riformatore.
La Statalizzazione dei settori è stato il mezzo per garantire a molti il lavoro senza professionalità, ma solo per la fiducia servile verso la politica.
La politica è diventata un privilegio appannaggio delle ideologie, come organizzazioni prive di una base logico razionale della società, ma con l'idea che la Democrazia sia lo strumento per l'affermazione dei singoli gruppi politici.
Ogni gruppo politico ha l'ambizione della conquista del potere di decidere, senza leggi razionali ed obiettivi per la comunità intera.
Il concetto di amoralità politica diffusa deriva da questo delirio di onnipotenza, casalinga o familiare, priva di scrupoli, ma sopratutto priva delle capacità tecnico culturali  di una classe dirigente nazionale ed Europa.
La caratteristica primaria dell'amoralità è il rifiuto delle Leggi eguali per tutti i lavoratori, imprenditori e maestranze.
L'amoralità politica è il rifiuto di Principi e Leggi della Democrazia, come limite all'onnipotenza personale nelle sue ambizioni irrazionali ed egocentriche.
L'amoralità è la negazione diretta delle proporzioni di equità e giustizia a favore dell'interesse personale, superiore per pregiudizio di casta o di confessione, o di ideologia.
Nonostante il fallimento politico della D.C. per corruzione e del P.C.I. per fallimento di una cultura politica totalitaria,nessuno dei due è stato sconfitto in Italia,ma con un trasformismo di facciata, e con l'intervento di un nuovo monopolio politico dell'informazione, le TV, hanno manipolato gli abitanti e manipolano con falsificazioni della realtà, definita sempre democratica anche se non lo è di fatto.
L'italia è dominata da una gerarchia bianca- rossa e nera, con gli pseudonimi di destra, sinistra e centro, insignificanti nella realtà all'esterno dall'Italia.
La farsa politica italiana è fondata sull'amoralità delle deleghe di elezione,smentite dopo pochi mesi con i cambi di posizione politica per motivi personali, che smentiscono il valore delle elezioni stesse.
L'amoralità del metodo è la contraddizione e la negazione di un sistema di delega elettorale, ciò che conta è il libero arbitrio personale sopra le leggi universali della democrazia, ciò che conta è la forza di pressione o di potere economico di cui dispone il singolo o il gruppo, con l'unico fine di servire solo a sé stessi e non il paese.
L'amoralità è l'accaparrarsi dei mezzi senza alcun fine.

L'amoralità è priva di  un progetto per il futuro collettivo.
L'amoralità è fine a sé stessa, cieca ed incapace di vedere la realtà oggettiva, la falsifica e la nega.
L'amoralità è l'assenza di ogni cognizione razionale interattiva con la natura e la società, viste come un oggetto dal quale arricchirsi, per mezzo del sistema politico amorale ed incapace.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.