BERLUSCONI MALATO POLITICO DELLO STATO: EVERSIVO.

Bo. 13. 10. 15

Edito Amazon   Kindle   Prezzo  Euro  1,99.

BERLUSCONI MALATO POLITICO DELLO STATO: EVERSIVO.

Perchè una definizione così grave, per il fatto chiaro che dopo più di 20 anni non distingue la funzione pubblica con quella privata:
L'eversione consiste nella sostituzione, in sana pianta del ruolo privato a quello pubblico, non sapendo o volendo distinguere due regole diverse e complementari, ne vuole annullare una, quella collettiva della comunità.
Questo è il vizio culturale dei " baroni" come figura storica,incapaci di governare ma con grandi ambizioni di possedere ricchezze a dismisura oltre il lecito.
Diventa una malattia quando non si riconosce nella Democrazia un sistema di autogoverno legittimo fondato sulle Leggi al di sopra di tutti, come le leggi della natura, ma non eguali in quanto la specie umana è l'originalità della natura ancora incompresa.
Berlusconi è il barone del Papato o Stato della Chiesa cattolica, la quale con l'indottrinamento produce clericali per la politica con un linguaggio privo di senso razionale, come Renzi e Grillo, Alfano e Salvini, e, prima di loro Casini, Prodi e tanti altri, come ex comunisti, D'Alema e Bersani, che applicano la politica delle elemosine alle classi sociali e la politica del servilismo a quelli più forti, diseducandoli all'interesse nazionale dell'Italia.
Abbiamo così un paese: l'Italia priva di un sistema Legislativo  Democratico di Governo, elettivo dalla società, ma una gerarchia che cerca la propria legittimazione contro la popolazione italiana stessa.
Per appartenere alle società evolute dell'Europa, quelle democratiche il compromesso Costituzionale del clero è stato quello di inficiare ogni principio di Legge con l'autorità degli eletti, cioè contrapponendo le elezioni di clericali contro la Costituzione stessa, per mezzo dei Decreti d'urgenza o di Legge improvvisata, per aver reso inagibile il sistema politico con doppie funzione identiche  che rimangono inconciliabili quindi inutili ed incapaci.
La crisi italiana la vedono i Paesi amici, forse meno gli Americani ancora presi dalla corsa all'egemonia  mondiale, quanto vana ed inutile.
L'unica egemonia è quella del Sistema Democratico con Leggi eguali per tutti, dalla proporzionalità degli eletti, al mandato inviolabile, non è ammesso tradimento alcuno, alle funzioni complementari ,di Camera e Senato, eletti a suffragio universale in libertà di scelta.
Le Leggi ed i Principi della Democrazia sono pochi e sconosciuti nell'Italia del clericalismo ed ex comunismo accodato.
Il principio della Gerarchia incompetente ed arrogante rende l'Italia debole ed incapace di vedere la realtà nel suo insieme, come incapace di riforme Istituzionali secondo regole corrette, ma solo per Decreti d'urgenza o emergenza, limitati e contraddittori, quanto eversivi  della Democrazia.
Berlusconi ripropone la figura dell'imprenditore come manager della società, una sostituzione impropria del ruolo e della funzione che dopo 20 anni ha creato più guasti di quanto si sappia,il principio è sbagliato, anche negli USA è un principio di base la separazione delle cariche e del ruolo.
In Italia senza una Costituzione democratica che tutela la libertà del lavoro e dell'informazione diventa eversivo, tele da far diventare l'Italia una divisione di influenza dei gruppi economici più forti, criminali compreso.
Berlusconi non è la destra o la sinistra, il moderato o il centro, è eversivo della identità nazionale, come Renzi , Grillo e Salvini, incapaci di razionalità comune eguale per tutta la popolazione italiana, di 52 milioni a fronte di 5 miliardi di poveri del pianeta...
I conti pubblici non sono i conti personali o privati, quindi o imparano la matematica o il problema diventa grave per il paese.

Ora e sempre.. X ma--Legio  Italiana  Democratica  d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.