Le cumparsate politiche di Renzi e Grillo: l'Italia gerarchica.

Bo. 17. 2. 15

Le cumparsate politiche di Renzi e Grillo: l'Italia gerarchica.

Il prodotto di 20 anni  di cultura politica del personalismo, iniziata con Berlusconi e Prodi ha portato l'Italia allo stallo Istituzionale.
La Costituzione è dogmatica e per questo diventa contraddittoria contro la Democrazia, quando il M5S si propone oppositore di tutti e di nessuno, un movimento che fa da sè con i blogs virtuali.
Se ora Grillo e Casaleggio, il delirante acculturato con fantascienza, si propongono di cambiare il paese con l'astensione diventa una farsa drammatica.
Che in Europa vi siano personaggi come Junker, al quale non frega nulla della democrazia se non come libero mercato delle evasioni fiscali, allora non ci sono paesi in grado di formulare i principi base della democrazia,secondo i quali tutti i paesi sono soggetti ad adeguarsi.
Se così fosse, una istituzione oggettiva per i suoi meccanismo chiari e minimi, come la Democrazia avrebbe molti più aderenti con gli attuali livelli informativi, per la funzione tecnica indispensabile ad una società coordinata sulla base della consapevolezza, non per l'uso e l'abuso della gerarchia anonima e senza idee, piegata solo dal soldo.
Se ora Grillo e le opposizioni rientrano per fare emendamenti risulta che il parlamento approva, con riserva un colpo di Stato clerical-comunista, contro la Democrazia, ed i più fetenti sono i difensori dei diritti dei lavoratori, di tutti i lavoratori, dalla Confindustria ai sindacati ideologici compiacenti.
Paradossalmente in Italia il reato di plagio e dileggio è stato cancellato nel 1981,  inteso come riduzione ad uno stato di schiavitù psicologica, quindi anche materiale, dei soggetti privati di confronti e misure oggettive, come ad esempio la separazione dei poteri in Democrazia.
Senza il Senato questo principio e regola viene eliminata come disturbo al governo.
Dire che i politici, come tutte le persone, senza cultura diventano degli imbecilli, perdono la razionalità dell'esperienza sociale democratica, che in Italia non è mai esistita, dato che è stata soffocata dalle ideologie e dal personalismo clericale dopo, di Berlusconi e Prodi.
Il prodotto, come manipolazione e plagio della popolazione, dovrebbe essere criticato, ma ciò non è possibile per la concentrazione monopolistica delle informazioni e della cultura, dato che l'ideologia laica si dimostra una dottrina dogmatica suppletiva del clericalismo, in Italia.
Se il rientro in Parlamento implica il compromesso e l'accettazione del colpo di Stato, allora il M5S ha finito la sua stagione politica strumentale e perversa, dirottare il malcontento con false promesse, per essere disponibili al potere clericale del colpo di Stato, la cui unica autorità superiore, per idea e dogma, è lo Stato del Vaticano da 70 anni ad oggi, che ha dimostrato l'incapacità ad una direzione pluralista, laica,e democratica fondata sulla libertà, soffocata da una censura ideologica discriminante e pregiudiziale, oggi totalitaria nel controllo dell'informazione radiotelevisiva.
La maggioranza esiste in Parlamento solo per il fatto che bande di Deputati hanno cambiato organizzazione politica, tradendo il voto degli elettori e sè stessi, quindi doppiamente incapaci,ma utili alla perversa visione manichea e riduttiva della gerarchia clericale, che guida la campagna contro la corruzione, ma non contro il sistema corrotto dal dogma della realtà, delle gerarchie senza competenza, come lo sono le ideologie tutte; dalla liberista alla comunista, dalla socialista alla clericale, esse hanno il difetto di rifiutare la realtà nel suo insieme per ridurla ad un minimo interesse, quello personalistico, che è anche il massimo grado di incapacità.
Ora e sempre..X..ma--Legio --Italiana--Democratica-- d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.