La strage di Parigi ed i dogmi delle religioni.

Bo. 10. 1. 15
La strage di Parigi ed i dogmi delle religioni.

La crisi delle società del Pianeta, anche Europea, dipende da un fatto fondamentale, tutte le ambizioni di potenza sono crollate, non esiste alcuna possibilità che un solo paese possa dominare sugli altri con la forza o con il sapere.
Quindi viene meno l'illusione durata millenni, quella della conquista del mondo, più o meno, seconda la quale una sola società,limitata nella cultura e nello spazio, è superiore in tutto alle altre.
L'opposizione dell'integralismo islamico alle Libertà cela la necessità di mantenere stabile una situazione disastrosa dal punto di vista sociale nel Medio Oriente e nell'Africa settentrionale, con guerre di religione e potere estese su vari fronti, anzi di farla precipitare coinvolgendo anche l'Europa.
La religione nasce come esperienza singolare che induttivamente si estende alla società, cosa normale in quasi tutte le società tranne una, quella Europea nella quale con tre rivoluzioni scientifiche si afferma che sono le Leggi della natura e della scienza, come della società ad essere superiori all'esperienza singola.
Nelle Democrazie sulla base delle Leggi si ha una libertà personale, che come le Leggi è eguale per tutti; una simultaneità, di cui siamo poco consapevoli in Italia.
Anzi direi che siamo tenuti all'oscuro, che ci viene negata da governanti  dogmatici, come la nostra Costituzione dogmatica, il privilegio di vivere in libertà, con Leggi eguali per tutti.
Le ideologie con il loro dogmi sono state le padrone dell'Italia dal 1946-48 ad oggi, ed essendo dogmatiche  anche le organizzazioni gerarchiche, sia religiose o politiche, hanno prodotto disinformazione e mancanza di cultura Democratica.
Il dogmatismo, in qualunque forma produce dei mostri, lo abbiamo visto in Europa dove ha governato l'Istituzione religiosa, durante 1000 anni, ha usato il potere politico per distorsione della realtà producendo più disastri  e guerre, che soluzioni di pace.
I dogmi religiosi sono 3, ed essi sono rappresentati dalle religioni monoteistiche, ebrea, cristiana e mussulmana.
Tutti i dogmi hanno origine individuale e per criterio induttivo viene estesa, quindi la principale fonte è l'esperienza singolare unica e limitata, ma confrontata solo sul piano personale, la natura è vista come strumento utile alla persona, non come condizione indispensabile per la sopravvivenza della specie umana.
Il principio religioso è egocentrico per sua natura in quanto pone al centro e sopra ogni altra cosa la specie umana per rappresentazione simbolica di un solo uomo, capace di tutto, mentre la cultura Democratica nata dalla Grecia e dall'Italia pone al centro il dualismo specie umana- natura come indissociabili e governati da Leggi che sono regole collettive non individuali, ma come insieme regolati da uniche Leggi, sia la natura che la specie umana, che offrono a tutti una libertà di scelta.
La religione mussulmana come la cristiana hanno regole gerarchiche rigide ed inflessibili, all'opposto della Democrazia che ha come base la Libertà limitata, ma sempre Libertà di scelta.
L'Italia si trova a metà strada,anzi, dopo Renzi ha preso la tendenza a spostarsi verso l'integralismo clericale religioso, con un colpo di Stato legislativo o falsa riforma, ma Italicum vuol dire che ristabilisce le regole dell'Impero Romano esautorando il Senato come origine del Principio Democratico.
Le ambiguità si svelano ogni giorno producendo disastri economici e politici,senza rottamare nessuno degli ideologi che hanno truffato gli italiani con decreti d'urgenza antidemocratici, fatti con il tacito consenso dell'opposizione, Renzi procede, come se nulla fosse impossibile alle menzogne dei calcoli riduttivi e strumentali personalizzati,ed in effetti è quello che vogliono dimostrare le televisioni di Stato, le illusioni sopra ogni cosa, sopra la realtà della corruzione dei falsi e dei disonesti.
La Costituzione consente tale miseria culturale solo perchè è una Costituzione dogmatica i cui principi formulati in modo assolutistico non sono confrontabili con la realtà contemporanea, quindi consentono di dire e fare tutto ed il contrario, perché il principio Costituzionale  essendo simbolico è indimostrabile nella sua realtà varia e complessa funzione.
Per chi conosce l'italiano e lo applica ad una Lettura della Costituzione il suo carattere di dogmaticità, scritta da ideologhi politici e religiosi, la colloca al di fuori delle regole democratiche Europee.
Se i nostri intellettuali non sono degli ignoranti plagiati, è sufficiente una analisi logico comparativa con altre Costituzioni per dire che è necessaria una nuova Costituzione sulla base collettiva, ovvero le assemblee pubbliche, private, dei circoli e delle fondazioni per la nascita della Democrazia moderna in Italia.
Ora e sempre --Xma--Legio --Itaiana --Democratica --d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.