La politica della corruzione italiana.

Bo. 5. 12. 14
La politica della corruzione italiana.

Sembra un fatto di cronaca la corruzione a Roma, in realtà per chi ha memoria, esistono tante  situazioni diffuse nelle Istituzioni di tutta l'Italia, che dimostrano come la corruzione delle leggi sia la regola.
Ciò non avviene per inettitudine e stupidità, avviene perchè i Principi Costituzionali e le Leggi coerenti con essi non esistono di fatto.
Le Leggi sono contraddittorie rispetto rispetto ai Principi, perchè il Principio, formulato in modo dogmatico ed assoluto, come nei primi 10 articoli, non ammette una Legge coerente perchè non esiste un Principio equivalente con il quale misurare la realtà del Primo.
Esempio: il Lavoro e la Libertà, il lavoro e la proporzionalità, isolare il lavoro significa negare la sua realtà storica, per farne un simbolo inutile e dannoso, dove tutto è ammesso contro il lavoro, perchè esiste solo come simbolo non reale.
Questo insegna la cultura storica e politica delle civiltà.
Il dogmatismo Costituzionale è contraddetto da tutti i Decreti d'urgenza, che non sono Leggi vere e proprie, ma anestetici della Legge, che contraddicono la Legge ed i Principi "assoluti e simbolici".
I Decreti sono le malversazioni contro il lavoro reale storicizzato, determinato ed in evoluzione e sviluppo, contro il quale,  i decreti si innalzano.
Il simbolo del lavoro è opposto al simbolo del potere assoluto, nel caso Italiano, il potere temporale dello Stato della Chiesa, illegittimo come potere civile e sociale, perché dogmatico in quanto forma illogica e ripetitiva che cancella il passato ed il futuro, per definire il presente sempre eguale a sè stesso ed a chi comanda, nella serie infinita del tempo.
Il dogma del lavoro contro il dogma del potere, entrambi di valore assoluto, ma se non esiste nessuno che appartiene al lavoro razionale come formazione abbiamo lo sviluppo delle contraddizioni come sistema di Legge.
In sintesi ogni Decreto d'urgenza è la contraddizione del principio del lavoro razionale, in quanto ammette una sola autorità superiore al lavoro, il potere assoluto dell'uomo sulla materia,per assurdo quindi non esistono Leggi di natura e della società che siano valide, eguali per tutti ed al di sopra di tutti.
Questa credenza o credulità, falsa o finta,quanto reale, decide dei Decreti, con il consenso definito per opportunità superiore dello Stato della Chiesa,che professa la povertà, degli altri ovviamente.
Liberare il paese Italia dalla corruzione congenita significa abbandonare le ideologie giustificatrici del lavoro, quanto false perché dogmatiche, dalla Liberale alla Comunista, perchè chiunque fonda la ragione sociale dell'unità degli abitanti, dissociando la realtà, produce di fatto per principio una corruzione della realtà,  una cultura falsa .
La necessità di affermare le Assemblee Costituenti in tutte le Città diventa la base comune per risollevare il paese dall'inedia ed incapacità dei dogmatici, riducendo il numero dei politici, ed il numero delle istituzioni politiche considerate una burocrazia inutile e dispendiosa quanto incapace che danneggia il paese.
Ora e sempre .X-Legio -Italiana--Democratica  -d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.