Vitalizi : il patto degli sconfitti, comunisti e clericali, oggi moderati.

Bo. 22. 11. 14
Vitalizi: il patto degli sconfitti, comunisti e clericali, oggi moderati.

Nel 1989, in Europa, vi è stato il crollo del regime comunista sovietico, rappresentato dal crollo del muro di Berlino.
In Italia il crollo è stato simultaneo, per i comunisti PCI e per i DC Democristiani per corruzione endemica del partito colluso con la mafia al Sud.
Il binomio governo opposizione, DC e PCI durato dal 1948 fino al 1990 era crollato, quindi tutti complici chi per ideologia falsa, chi per pratiche false di governo, l'Italia si doveva rinnovare la facciata, unica sorpresa nel panorama, del tutto fuori Legge, quella di Berlusconi che si afferma a furore di popolo promettendo 1 milione di occupati, sulla scia della crescita americana.
La candidatura era inammissibile in un normale paese Democratico, ma in Italia, per mezzo della cultura clericale che tutto perdona a suon di denari la cosa è diventata possibile, quando il PCI sconfitto politicamente non era il paladino della Democrazia del lavoro libero e creativo, con le sue regole rigorose.
La convenzione era che se gli italiani non erano a conoscenza del fatto che molte Leggi erano rimaste quelle fasciste, con il tacito assenso e consenso delle opposizioni, allora il parlamento si trasformava in una assemblea di coloro che avevano truffato il popolo italiano a sua insaputa, al 95 % dei presenti.
Il Parlamento diventava un premio dei servizi resi alla organizzazione politica di appartenenza, non tanto una assunzione di responsabilità per progetti ed amministrazione della società.
I vitalizi sono diventati la ciliegina sulla torta del malaffare politico, dove tutti correvano a fare la figura dei moderati, che pochi industriali accoglievano e comprendevano.
La situazione amministrativa italiana è rimasta la più caotica e vessatoria con gli inganni della burocrazia, usata per cambiare le definizioni delle stesse leggi del prelievo fiscale iniquo.
Gli abitanti sono consapevoli che l'irrazionalità e l'immobilismo dello Stato, non governato ma usato contro gli italiani, diventa una situazione pericolosa per l'Europa e gli USA, per l'irrazionalità pregiudiziale, che gli abitanti devono essere diretti senza conoscere le Leggi, anzi nascondendo e disfacendo le leggi eguali per tutti, ma frazionandole in molti modi.
I metodi degli incoerenti sono sempre gli stessi, l'incoerenza delle Leggi o decreti Legge; che in realtà non sono Leggi ma solo Decreti d'Urgenza.
Il gioco va avanti del 1948, prima in modo limitato ed oggi sconfinato in ogni dove della prassi politica corrotta per Decreto, al di sopra delle Leggi Costituzionali dogmatiche.
Il governo dell'Italia è stato affidato in gran parte a dei millantatori della politica e per questo l'Italia risulta un paese arretrato tra i paesi amici, ma vanta un passato di cultura religiosa invidiabile solo per i clericali.
La storia italiana viene spesso cancellata a favore del credo, da sempre opposto al potere temporale dei signori e nobili.
La presunzione del "credo religioso" ed ideologico politico; di saper governare con coerenza è smentito dalla corruzione pervasiva, gli sprechi e l'arroganza illegittima delle organizzazioni politiche, nessuna delle quali è Democratica nel senso moderno del termine, per l'eguaglianza e la superiorità delle Leggi.
Il vitalizio è la malversazione oltraggiosa al buoncostume del lavoro politico, che non necessita di premi extra senza motivi coerenti e proporzionali con le altre Democrazie Europee.
La politica oggi è stata trasformata nell'arena dei soggetti, dove i fatti sono nascosti alla vista dei cittadini, i fatti come Leggi, o come organizzazioni idonee e coerenti.
La politica dei soggetti è la politica dell'assolutismo personale senza sbocchi e coerenza, utile solo a loro stessi, non agli abitanti dell'Italia.
Il vitalizio o premio del vizio, si può classificare, è un modo diretto per affermare che non esiste Democrazia che non sia corruttibile, sempre che sia Democrazia, ma in Italia una Costituzione dogmatica impedisce l'affermazione della Democrazia mantenendo in vigore leggi e principi del fascismo alla base della società moderna, quindi un ostacolo da sempre pagato da tutti, lavoratori ed imprenditori, tranne quei 2 o 3 che si sono alleati ad Agnelli e Berlusconi.
Ora e sempre--X--Legio Italiana Democratica  --d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.